“Bandiera Verde 2010” scopre 20 tesori nascosti. La Cia premia le eccellenze dell’Italia rurale

C’è chi in Sardegna ha riscoperto antiche ricette depositandole dal notaio, in Toscana chi traduce i segnali elettrici delle piante dando impulso una Rete europea delle radici intelligenti; in Sicilia c’è invece chi effettua la raccolta differenziata con l’aiuto degli asini, animali che in Liguria vengono utilizzati per ripulire i sentieri per le passeggiate. Sono alcuni delle venti eccellenze premiate, tra Comuni, enti, parchi, scuole e aziende agricole che sono stati insigniti oggi a Roma della ‘Bandiera Verde Agricoltura 2010’, evento promosso da otto anni dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori per far conoscere il tesoro nascosto dell’Italia rurale; un patrimonio fatto di qualità, tipicità e innovazione e non solo di produzioni a denominazioni d’origine (Dop, Igp e Stg). Dal 2003 ad oggi “Bandiera Verde” sventola in 152 punti virtuosi, ma i meritevoli, secondo la Cia, sono oltre 20 mila. La nuova tendenza, che emerge dal profilo dei premiati, spiega l’organizzazione, è quella di saper sfruttare anche l’indotto generato da un’agricoltura funzionale ad un nuovo modello di turismo. ”La Cia – ha detto il presidente Giuseppe Politi nel corso della cerimonia – ha sempre posto particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio, alla garanzia della sicurezza alimentare, ad un’agricoltura che continui a produrre qualità, alimenti, ricchezza e ambiente, per cogliere opportunità economiche per le aziende agricole e per l’ambiente rurale”. E sempre in questa ottica sono stati insigniti con un premio speciale, oltre al presidente di ‘Libera’ don Luigi Ciotti per il suo impegno per la legalità, anche il direttore del Tgr Rai, Alberto Maccari per il giusto spazio concesso da sempre all’agricoltura e il settimanale ‘Agrisole’ del gruppo Il Sole 24 Ore, che rappresenta un punto di riferimento del sistema agroindustriale italiano.
I Comuni insigniti sono Busachi (Oristano), Mandas (Cagliari), Cartoceto (Pesaro-Urbino), San Lorenzo in Campo (Pesaro-Urbino), Seggiano (Grosseto), Gardone riviera (Brescia), Castelbuono (Palermo), San Bartolomeo al Mare (Imperia). Gli enti sono il ministero delle Politiche agricole-Corpo forestale dello Stato del Ufficio territoriale per la biodiversità di Isernia, la Direzione didattica statale scuola primaria “G.Pascoli” di Castellaneta (Taranto), “Monferrato strada dei vini e dei sapori” ad Alice Bel Colle (Alessandria) e l’ente Parco nazionale del Gran Sasso e monti della Laga ad Assergi (Aq). Le aziende infine sono la Cooperativa Valli Unite a Cosa Vescovato (Alessandria), Cascina Zumaglia (Cuneo), la Carlo Meneguzzi a San Quirino (Pordenone), Pietrantica a Caramanico Terme (Pesaro), Bergi a Castelbuono (Palermo), Masseria Bellimento a Nardò (Lecce), Agricola Guida a Crispiano (Taranro) e l’associazione Arca Sannita a Campobasso. Sono state inoltre rinnovate del premio assegnato nel 2005 l’azienda agricola “La ginestra” a Cercemaggiore (Campobasso) e ai comuni di Corinaldo (Ancona), Belvedere Ostrense (Ancona), Appignano (Macerata) e Pianella (Pescara), perchè le azioni intraprese 4 anni fa sono tuttora praticate. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.