“Sapori d’Italia” in tavola al Baccanale di Imola

Sarà dedicato alla cucina come uno dei fattori culturali che unisce un paese il ‘Baccanale 2011’, di scena a Imola e dintorni dal 5 al 20 novembre. La rassegna enogastronomica, organizzata dal Comune di Imola, ha per titolo “Sapori d’Italia” in occasione del 150/o anniversario dell’Unità d’Italia. Il decollo è in programma per sabato pomeriggio con gli interventi nella sala della biblioteca comunale del sindaco di Imola, Daniele Manca, dell’assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Imola, Valter Galavotti ideatore della rassegna, e del prof. Massimo Montanari. Ampio spazio verrà riservato al centenario artusiano con varie iniziative al Museo di San Domenico (6-20 novembre) con l’inaugurazione di due mostre . La prima, ‘Artusi 100×100’, realizzata in collaborazione con Casa Artusi, propone un percorso di 100 pannelli che illustrano cento anni di storia gastronomica nazionale dal 1911 a oggi partendo proprio dal celebre libro dell’Artusi. A questa si affianca ‘Piatti immangiabili’, mostra di circa 30 piatti in ceramica raku e tecnica mista realizzati dall’artista Ermes Ricci ed ispirati alle ricette del grande gastronomo. Di rilievo il preambolo di oggi quando alle 12,30 l’assessore Valter Galavotti ed il prof. Massimo Montanari si collegheranno, via Skype, dal palazzo comunale di Imola con l’Italian Cuisine World Summit 2011, in svolgimento ad Hong Kong, dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, dove sarà presente anche l’Enoteca regionale Emilia Romagna di Dozza, per promuovere i vini del territorio. “Per noi sarà l’occasione per un lancio internazionale del Baccanale, il cui tema si lega perfettamente a quello scelto dal summit di Hong Kong dedicato alla cucina italiana ed alla sua evoluzione in questi 150 anni” spiega Galavotti. Da parte sua, Montanari partendo proprio dal tema del Baccanale, presenterà gli aspetti che ha messo in luce nel suo libro ‘L’identità italiana in cucinà. In sedici giorni la rassegna proporrà 87 iniziative fra incontri, degustazioni, spettacoli, cene a tema, a cui si aggiungeranno 28 laboratori per bambini, 17 mostre, mentre 52 ristoranti di Imola e dintorni proporranno altrettanti menu a tema e 6 sono le scuole di cucina. Verrà inoltre ricordato con una conferenza di Massimo Montanari, il quarantesimo anniversario della fondazione della delegazione di Imola dell’Accademia Italiana della Cucina, associazione culturale fondata nel 1953 da Orio Vergani (18 novembre, ore 18,30 in biblioteca). Il premio Garganello d’oro verrà consegnato alla giornalista di ‘Repubblica’ Licia Granello, per la promozione della cultura del cibo. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.