Firenze prepara l’ Expo rurale di settembre

Il posto migliore per scoprire la campagna fosse la città. Si tratta di Firenze, dove dal 15 al 18 settembre si respirerà 100% natura. Perché la Toscana che tanto esprime da un punto di vista storico artistico o architettonico ha anche molto da dire quanto ad agricoltura e ruralità, presidio di unicità e quintessenza di un paesaggio che resta nel cuore. Sullo sfondo la cupola del Brunelleschi, a due passi la stazione Leopolda, eppure al Parco delle Cascine, il più grande parco pubblico della città, per tre giorni immaginate che Firenze si sposti in aperta campagna! Per un lungo fine settimana sarà come scegliere di andare a vivere in campagna, tra pascoli erbosi e balle di fieno, sentieri nel bosco, passeggiare lungo le sponde di un ruscello o tra i filari di un vigneto, con tanto di soste in una fattoria e pic nic sull’erba con prodotti a filiera cortissima. Oppure vivere una giornata da contadini dediti alla potatura, alla raccolta del miele o magari anche alla mungitura. E non è un caso se si è scelta questa splendida cornice urbana per ambientare la più grande kermesse della ruralità. Quello che originariamente era una vasta tenuta agricola medicea destinata a riserva di caccia e allevamento dei bovini, oggi si popola di nuovo di animali al pascolo sui prati erbosi, lascia spazio alle colture più diverse, alcune tra quelle più antiche le recupera, scopre i prodotti del sottobosco e quelli dell’acquacoltura. Riunisce i più bei farmer’s market, coinvolge i migliori artigiani del gusto che dalla terra non si discostano, esalta le produzioni tipiche, e chiama a raccolta tutti coloro i quali la campagna non l’hanno mai abbandonata, ma anzi hanno fatto della ruralità uno stile di vita, non dovuto al caso ma costruito dall’uomo nel segno della qualità e dello sviluppo, lontani da luoghi comuni. Perché ruralità è sinonimo di artigianalità e tradizione, ma anche di innovazione e creatività. E soprattutto è futuro. E’ uno spaccato a 360 gradi quello promosso dalla Regione Toscana in collaborazione con il Comune di Firenze, l’Upi, l’Uncem, il coinvolgimento delle Organizzazioni professionali agricole. Una superficie di 6 ettari open air con 5500 mq di spazi coperti tra mostre e dibattiti, attività organizzate, laboratori e aree per bambini, degustazioni di eccellenze gastronomiche quasi desuete e spazi dove, volendo, fare la spesa direttamente nell’orto con cultivar desuete o presso i mercati a km 0 o meglio i ‘mercatali’, fare green shopping presso i vivai più forniti (la più grande concentrazione di vivai infatti si trova proprio in Toscana). Dieci le filiere rappresentate: vivaismo e ortofrutticoltura; pesca e acquacoltura; viticoltura; zootecnia e caccia; cerealicoltura e colture erbacee; olivicoltura; foresta, legno e prodotti del sottobosco; ruralità, biodiversità, salvaguardia delle tradizioni; sistema montagna; multifunzionalità: turismo rurale, agricoltura sociale, agrienergie (ANSA)
foto tratta da http://it.wikipedia.org/wiki/Parco_delle_Cascine

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.