18-20 novembre a Faenza Enologica 2011

Tradizione, innovazione, identità. Sono le parole cardine di Enologica, il “Salone del Gusto dell’Emilia Romagna”, come è stato definito dall’assessore regionale Tiberio Rabboni, in programma a Faenza (Ra) dal 18 al 20 novembre prossimo (lunedì 21 è dedicato ai soli operatori). Crocevia di esperienze culturali, la tre giorni si è imposta come momento di riflessione sul cibo e sul vino, laboratorio di idee che coinvolge vignaioli, artigiani del cibo, cuochi, giornalisti, appassionati. Tutti insieme con la consapevolezza che l’identità della nostra cucina non è un dato acquisito per sempre, bensì è un percorso di elaborazione che matura nel corso dei decenni. Lo sottolinea Giorgio Melandri, curatore di Enologica.
“La nostalgia è una trappola spietata che scatta sull’unica vera certezza che la nostra identità del cibo ci consegna: innovazione e tradizione sono la stessa cosa. Se per un momento provate a far saltare il vincolo del presente e immaginate il tempo come uno spazio completamente praticabile vi accorgerete che la tradizione è la cosa più innovativa che abbiamo tra le mani, un processo che ha ogni volta digerito il nuovo per farlo diventare quello che siamo. È la rielaborazione del nuovo che segna la cultura, lo è stato per le lingue, per la musica, per l’arte e anche per la cucina. La nostra tavola è piena di cibi che sono arrivati da lontano. Tutto ha viaggiato e tutto è cambiato. L’Italia ha rielaborato il nuovo per inventare una cucina straordinaria. Enologica è il presente di questa operazione, un crocevia di relazioni dentro al quale succede sempre qualcosa”.
Gli ingredienti di Enologica sono tutti qui. E si danno appuntamento a Faenza nell’unica vetrina dell’Emilia Romagna che mette insieme 138 cantine da Piacenza a Rimini.
“Enologica è preziosa perché è una vetrina complessiva dell’Emilia Romagna. Dobbiamo andare oltre i campanili e fare sistema come regione”, ha dichiarato Massimo Bottura dell’Osteria Francescana di Modena, il cuoco che con i suoi risultati ha acceso sull’Emilia Romagna i riflettori di tutto il mondo. Bottura sarà presente ad Enologica (sabato 19 novembre) dove porterà i suoi classici che rappresentano una rivoluzionaria lettura della tradizione.
Ricco il programma culturale con oltre 50 eventi. Ci saranno 12 degustazioni guidate, con una grande monografica dedicata al Sangiovese (spazio ‘Are you experienced?’). Ci saranno 18 chef, riflesso del meglio della gastronomia italiana (spazio ‘Teatro dei cuochi’). E ancora, 15 momenti di approfondimento sul vino, sul cibo e sul loro linguaggio (spazio ‘Caravanserraglio’ in collaborazione con il sito scattidigusto.it). Per non dimenticare gli 14 appuntamenti con gli abbinamenti più stravaganti e irriverenti, insieme ai prodotti d’eccellenza dell’Emilia Romagna (spazio ‘Toccata e fuga’). Vediamoli più nel dettaglio.
Caravanserraglio. Edificio ispirato alla cultura persiana e allestito per la sosta delle carovane, lo spazio Caravanserraglio a Enologica si trasforma in un luogo di accoglienza e dibattito. Un ambiente di scambio, di comunità estemporanea e di confronto, sul cibo e dintorni, curato insieme a scattodigusto.it, che quest’anno dedicherà una speciale attenzione alle storie raccontate attraverso il cinema, utilizzando lo speciale linguaggio della cinepresa. Agli appuntamenti prenderanno parte, tra gli altri, il miglior sommelier del mondo 2010 Luca Gardini, giornalisti ed esperti come Andrea Grignaffini, Anna Morelli, Alessandro Bocchetti, Carlo Bozzo, Antonio Boco, Gian Vittorio Baldi, Cristina Lauro.
Are you experienced?”. Laboratori tra lezione e degustazione, insieme ai degustatori-giornalisti più importanti d’Italia, quest’anno dedicherà una monografia al Sangiovese, un vitigno straordinario per come riesce a leggere le differenze territoriali (suoli, clima, altitudine) e le sa rende nel bicchiere. Sarà un confronto costruito attraverso i grandi interpreti del vitigno per conoscere i territori, le grandi aziende e gli enologi specialisti del sangiovese, letti in modo chiaro attraverso il bicchiere.
Toccata e Fuga. Gli estrosi abbinamenti saranno i protagonisti di “Toccata e fuga”, uno spazio di appuntamenti per conoscere in modo divertente i prodotti eccellenti dell’Emilia Romagna. Un viaggio a tappe fatto di abbinamenti e scoperte, di artigiani straordinari che hanno lavorato per tradurre nel modo più autentico il concetto di tipicità. Dall’Albana agli ultimi artigiani del Prosciutto di Parma, dal Cappone in galatina, all’aringa, passando per l’Olio di Brisighella, il Torrone e il Parmigiano Reggiano.
Teatro dei Cuochi. Da sempre è uno degli eventi più gettonati di Enologica. Complici le firme di grandi chef, in aggiunta alla possibilità di poter guardare in diretta il loro lavoro quotidiano, il Teatro dei Cuochi è uno spazio prestigioso per conoscere più da vicino la personalità dei cuochi e il loro rapporto con i prodotti enogastronomici del territorio. Protagonisti di questa edizione saranno, tra gli altri, Massimo Bottura (Osteria La Francescana di Modena), Alberto Faccani (Ristorante Magnolia di Cesenatico), Carla Aradelli (Ristorante Riva di Ponte dell’Olio Piacenza), Luca Marchini (Ristorante L’Erba di Modena) e tanti altri. A presentarli, Matteo Tambini, cuoco, professore di cucina, curioso e appassionato viaggiatore gastronomico.
Novità di quest’anno sarà la prima volta della pizza insieme a Davide Fiorentini e Beniamino Bigiali della Pizzerai ‘O Fiore Mio’ di Faenza.

Come ogni edizione, Enologica riserva la giornata del Lunedì (21 novembre), al pubblico specializzato, nell’idea che la filiera debba partecipare complessivamente al processo di specializzazione e di affermazione della qualità.

Info: www.enologica.org

Orari: venerdì 18 novembre 17-22; sabato 19 novembre 11-22; domenica 20 novembre 11-22;
lunedì 21 novembre 10-20 (giornata dedicata agli operatori)
Ingresso intero 16 euro, Abbonamento 25 euro – Calice degustazione e catalogo compresi nel costo del biglietto.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.