2 famiglie su 5 tagliano sul cibo: largo a promozioni e discount


La crisi economica colpisce anche la tavola degli italiani: due famiglie su cinque sono state costrette a ‘tagliare’ il budget di spesa, tre su dieci acquistano solo prodotti in offerta, sei su dieci hanno cambiato abitudini alimentari, una su dieci ha rinunciato ai pasti fuori casa. Sono questi alcuni dei dati diffusi oggi dalla Confederazione italiana agricoltori, che ha anticipato i risultati di un’indagine sui consumi, in occasione della presentazione del Rapporto Istat sulla poverta’. Si tratta di numeri, afferma in una nota la Cia, ”che dimostrano le gravi difficolta’ economiche delle famiglie che si impoveriscono sempre di piu”’. Nel 2009, nel complesso, il carrello della spesa si e’ alleggerito del 3% (461 euro al mese) rispetto all’anno precedente. Un trend che, si desume dalla nota, sembra non voler cambiare rotta in questa prima meta’ del 2010 (-2%). A farne le spese sono stati soprattutto beni primari come pane e cereali, carne, oli e grassi, frutta e ortaggi, zucchero e caffe’. La crisi dunque costringe gli italiani a modificare le proprie abitudini e ad escogitare trucchi per risparmiare: la sempre maggior attenzione al prezzo ha cosi’ premiato gli hard-discount (in media il 10,4% degli acquisti, passati al Centro Italia dal 9,8 al 10,5%), anche se il supermercato rimane il luogo di acquisto prevalente (68,4% con medie superiori al 70% nel Centro-Nord). Leggermente diversa la situazione al Sud Italia, dove il 76,9 % delle famiglie continua ad acquistare molti prodotti presso il negozio tradizionale. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.