29 agosto a Bologna apertura straordinaria di antichi impianti idraulici

Dopo l’ondata di calore degli ultimi giorni arriva una piacevole rinfrescata con una giornata dedicata alla storia delle acque bolognesi. Era il 29 agosto del 1696 quando per la prima volta i cittadini di Bologna ottennero dal Senato bolognese il diritto di partecipare direttamente al governo delle acque della propria città: nacquero così le antiche Assunterie trasformatesi poi negli attuali Consorzi dei Canali di Reno e Savena in Bologna. Detti Consorzi, per ricordare questa giornata storica di notevole rilevanza, hanno deciso di aprire gratuitamente al pubblico, come ogni anno proprio in data 29 agosto, alcuni dei più prestigiosi impianti del sistema idrico bolognese di proprietà consorziale. Si tratta di strutture di riconosciuto fascino tecnologico e storico, ma anche di primaria importanza per la gestione del sistema idraulico cittadino, cioè per smaltire le acque piovane della città e dell’area collinare bolognese grazie ad una rete di canali sotterranei di circa 60 chilometri compresi tra la Chiusa di Casalecchio e quella di San Ruffillo. Le visite guidate dell’iniziativa sono previste fin dal mattino, a partire dalle ore 10:30, con la straordinaria apertura dell’Antico Opificio della Grada sede dei Consorzi dei Canali di Reno e Savena che un tempo era una conceria di pelli posta sul canale di Reno. Entrando nell’edificio i visitatori potranno ammirare la Ruota Idraulica, vero cuore motore di questo opificio delle acque oltre a mappe e documenti antichi sul sistema acque della nostra città. Nel pomeriggio invece ci si sposta a Casalecchio di Reno dove alle 18:00 saranno aperti i cancelli dell’antico manufatto della Chiusa di Casalecchio – messaggera Unesco per la Pace – per poterla ammirare, accompagnati dal Custode Marcello Benni, in tutta la sua bellezza dopo i lavori di manutenzione svolti negli ultimi due anni. Intervento che ha costretto i Consorzi a un impegno finanziario di 1.350.000,00 euro. Sempre alle 18.00 sarà data la possibilità di visitare il Paraporto Scaletta più noto come “Casa dei Ghiacci”. Si partirà da questo primo impianto per poi proseguire facendo sosta verso i successivi Paraporto Verrocchio e Paraporto San Luca per poi concludere l’itinerario alla Canonica di Reno. E’ previsto alle ore 20:00 un secondo itinerario con partenza a ritroso dalla Canonica fino ad arrivare in via Canale al primo Paraporto. Per prenotare le visite guidate, contattare i Consorzi del Canale di Reno e Savena in Bologna, entro venerdì 26 agosto alle ore 13:00.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.