5-7 aprile a Bastia Umbra (Pg) torna Agriumbria

romagnolaDal 5 al 7 aprile prossimo all’Umbriafiere di Bastia Umbra la 45/a edizione della manifestazione Agriumbria, con mostre zootecniche e i più innovativi mezzi tecnici per la meccanizzazione agricola e dell’agroalimentare. Anche quest’anno, come negli anni scorsi, si è già registrato il ‘tutto esaurito’ per gli spazi espositivi. Nel corso della manifestazione saranno approfonditi i temi legati alla nuova riforma della Pac 2014-2020, ora in stallo a causa del mancato accordo fra i capi di Governo dell’Unione europea che nella fase di definizione del bilancio hanno proposto di ridurre il budget finanziario all’agricoltura. “E’ una prospettiva – dice, in un comunicato, il presidente di Umbriafiere, Lazzaro Bogliari – che deve essere affrontata e superata ridefinendo non solo i modelli di sviluppo dell’agroalimentare, ma coinvolgendo, sul piano propositivo e operativo, il mondo rurale rappresentato da istituzioni pubbliche e private ma anche dalla componente imprenditoriale e sindacale. E’ un messaggio che Agriumbria 2013 intende divulgare non solo con il logo della manifestazione ‘L’Agricoltura fa quadratò ma anche con le diverse iniziative nel corso delle giornate fieristiche”. Un ampio spazio del quartiere fieristico di Bastia Umbra verrà riservato alla zootecnia che, con le mostre nazionali e interregionali, divenute un punto di riferimento per valutare l’elevato livello genealogico raggiunto dalle diverse specie e razze (bovini, ovicaprini, equini e avicunicoli), rimane il settore nei confronti del quale viene posta particolare attenzione per verificare quale prospettive si vanno delineando per gli allevamenti. La partecipazione di soggetti selezionati di bovini delle diverse razze (Chianina, Marchigiana, Romagnola, Maremmana, Pezzata Rossa, Frisona, Grigio Alpina e altre) rappresenta l’opportunità, per gli allevatori e per i tecnici provenienti dalle varie regioni, di porre in discussione i punti critici che le aziende zootecniche devono affrontare e le misure da adottare per superarli. Nell’ambito delle mostre zootecniche, anche quelle interregionali della razza Chianina e della Frisona Italiana. Alla prima hanno aderito numerosi allevamenti dell’Italia centrale, che presenteranno capi e nuclei di soggetti iscritti all’Lgn (Libro genealogico nazionale) a dimostrazione dell’elevata genealogia raggiunta dagli allevamenti. La mostra interregionale della Frisona Italiana, organizzata dall’Ara Umbria e dall’Anafi, è un’ importante occasione per verificare la selezione e le performance di questa razza da latte che nell’Italia centrale rappresenta un settore della zootecnia di indubbio interesse per la qualità della produzione destinata non solo al consumo del latte fresco, ma anche alla trasformazione lattiero casearia. Nel settore della meccanizzazione agricola è stato indetto il Concorso nazionale per l’innovazione tecnologica delle macchine agricole per il miglioramento della sicurezza, organizzato da Umbriafiere e Enama, e riservato alle industrie, alle aziende e alle loro rappresentanze territoriali che parteciperanno all’edizione 2013 di Agriumbria. “Il concorso – spiega Bogliari – fa parte delle iniziative che Agriumbria ha da tempo promosso in materia di antinfortunistica in agricoltura”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.