6-7 ottobre: riscoprire i Frutti Antichi al Castello di Paderna (Pc)

Essenze antiche ritrovate. Erbacee, dalie e rose. Aglio piacentino e zucche mantovane. Rispetto per il patrimonio vegetale e per le biodiversità. Inno all’agricoltura biologica. Festa
della campagna vestita con le calde cromie autunnali. Nell’antico Castello di Paderna nel cuore delle basse terre piacentine il sapere di contadini, giardinieri, orticultori, creativi del floro-vivaismo si svela in una edizione rinnovata nella diciassettesima edizione della mostra-mercato “Frutti Antichi”, una tra le più grandi e prestigiose del nord Italia.
Promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano – insieme al Castello di Paderna, con il patrocinio del Comune di Pontenure, Provincia di Piacenza, Regione Emilia Romagna, Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, Collegio Alberoni di Piacenza Frutti Antichi è inserita anche ella rassegna regionale Wine Food Festival Emilia Romagna.
La kermesse di due giorni celebra con un ricco carnet di appuntamenti ed eventi il suo impegno per la salvaguardia del territorio, i prodotti dell’agricoltura, l’arte del giardinaggio e del vivere secondo ritmi slow e naturali con l’occhio attento a tramandare saperi e conoscenze, ma soprattutto a tramandare un messaggio di eco sostenibilità alle nuove generazioni. Il tutto con la filosofia “più contatto con la natura, più amore per la botanica”.
Come ogni anno nel parco potrete trovare i vivaisti con piante da frutto, arbusti, fiori. Sarà esposto nel cortile l’artigianato di qualità mentre la corte agricola ospiterà gli stand dei produttori biologici. Ricca la sezione degli ortaggi. Per i più piccoli sono previste attività ludico didattiche organizzate e animate da operatori di musei o di Fattorie Didattiche che coinvolgeranno i bambini in attività manuali divertenti e istruttive.
“La manifestazione – come spiegano gli organizzatori dalle pagine portale www.fruttiantichi.net – è un punto di incontro e di confronto per operatori, studiosi e istituzioni che hanno come obiettivo la ricerca e la salvaguardia delle essenze antiche e dimenticate, l’educazione all’ambiente ed il rinnovamento del patrimonio vegetale, con particolare attenzione alle peculiarità territoriali locali”.
Il parco del Castello di Paderna (PC) è riservato ai florovivaisti con particolare attenzione al recupero e alla conservazione delle essenze antiche, mentre nei cortili trovano spazio i produttori biologici, gli artigiani più particolari, l’editoria e gli attrezzi da giardinaggio. Sono presenti inoltre: area per lo scambio di semi e talee, per conversazioni e degustazioni.
In mostra è possibile pranzare nell’area ristoro realizzata nei fienili e nelle caffetterie allestite nel parco e nella corte grande. In occasione della manifestazione, il Comitato FAI
di Piacenza organizza una raccolta fondi. I contributi raccolti in occasione della manifestazione saranno destinati al recupero del Bosco di San Francesco ad Assisi, ultima acquisizione del FAI. Con una storia lunga 800 anni, i 60 ettari del Bosco racchiudono tutti gli elementi del classico paesaggio italiano da tutelare e difendere come bene prezioso e irripetibile.
Per entrambe le giornate di sabato 6 e domenica 7 ottobre 2012 l’orario va dalle 9 alle 18.30, il biglietto di ingresso intero costa 7 euro come contributo minimo ed è gratuito fino ai 12 anni. I visitatori che aderiscono al FAI in occasione della mostra hanno diritto all’ingresso gratuito. Sono disponibili ampi parcheggi gratuiti e uno spazio per depositare gli acquisti effettuati mentre si prosegue la visita.
La mostra “Frutti Antichi” al Castello di Paderna può essere occasione per un viaggio tra i più bei parchi e giardini dei 22 Castelli del Ducato di Parma e Piacenza. Ci sono quelli botanici, quelli all’italiana e quelli all’inglese. Possono essere pensili su un fossato colmo d’acqua, racchiusi dentro un chiostro, estesi per ettari ed ettari di prato come grandi parchi in cui passeggiare, selvaggi e boscosi sul colle. Spiccano quelli ricchi di essenze floreali, siepi ed aiuole, oppure quelli neoromantici e pittoreschi con statue, grotte, fontane
in cui rivivere atmosfere ottocentesche. Non mancano, infine, quelli ispirati dal gusto per l’esotico. Quinte sceniche naturali che abbelliscono dimore storiche e antichi manieri, i giardini che circondano i 22 Castelli del Ducato di Parma e Piacenza sono lo specchio dell’Italia quale meraviglioso “giardino d’Europa”.
Scegliere di visitare rocche e fortezze in un tour ispirato dal gusto per la natura, alla scoperta del nobile “pollice verde” di principi, duchi, conti e contesse – ma più facilmente guidati dal genio di architetti, paesaggisti e colti giardinieri – è un modo di unire la visita ad alcuni dei più bei giardini dello Stivale dall’Appennino al Po con piacevoli gite all’aria aperta.

Come arrivare a Paderna:
dall’Autostrada A1 e A21, uscita Piacenza Sud. A 5 km verso Parma, il paese di Pontenure.
A 3 km seguendo le frecce per il Castello di Paderna.
Coordinate satellitari per navigatore
N 44° 57’ 14,09’’ – E 9° 47’ 18,31’’

Per informazioni:
Claudia Marchionni: 334.9790207 – fruttiantichi@alice.it
FAI: delegazionefai.piacenza@fondoambiente.it
Castello di Paderna: 0523 511 645
info@castellodipaderna.it
www.fruttiantichi.net

Ufficio Stampa: www.castellidelducato.it
Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto
Tel. 0521.823221; 0521.823220 – fax 0521.822561
www.castellidelducato.it
e-mail: info@castellidelducato.it

I riferimenti storici al testo e le informazioni sono stati forniti da Associazione Castelli del Ducato di Parma e
Piacenza in base al materiale a disposizione in testi, sito web e comunicazioni dei soci. Il presente testo è
stato autorizzato da Associazione Castelli del Ducato. Si consiglia di verificare le informazioni aggiornate sul sito www.castellidelducato.it e www.fruttiantichi.net: si declina ogni responsabilità in caso di variazioni.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.