8 marzo: inverno troppo caldo, crolla la produzione di mimosa

mimosa
La festa della donna potrebbe essere meno ‘gialla’: è infatti crollata del 40 per cento, colpa dell’inverno umido e caldo, la produzione di mimosa in provincia di Imperia e, il prezzo al chilo in alcuni casi potrebbe addirittura raddoppiare. Si passa dai 7-8 euro ai 10-15 euro al chilo. E’ l’allarme lanciato da Franco Fogliarini, presidente della Cooperativa Agroflor, di Seborga, nell’entroterra di Bordighera, la cui vallata è tra i maggiori produttori di mimosa della provincia. “Grazie all’8 marzo – spiega – è un fiore che continua ad avere mercato. Quest’anno per l’inverno troppo caldo o per l’umidità, la fioritura è avvenuta in anticipo e il raccolto è ormai terminato”. La produzione deve essere conservata in frigo, per non più di 20-25 giorni. Anche questa operazione fa lievitare i costi. La mimosa raccolta deve essere suddivisa in mazzetti in sacchetti di plastica che vanno successivamente sistemati in una scatola che deve essere mantenuta a una temperatura di zero gradi centigradi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.