A Bazzano (Bo) una sfida…frizzante

spumante

I vini spumanti dell’Emilia-Romagna in gara con quelli prodotti in altre zone italiane tradizionalmente più blasonate, a partire dalla Franciacorta, e soprattutto con gli champagne francesi. L’insolita competizione si svolgerà domenica 15 novembre alla Rocca dei Bentivoglio di Bazzano per iniziativa di Slow Food che ha organizzato “Bollicine: Spumanti e Champagne: L’Emilia si confronta con la Francia e le zone vocate d’Italia” una degustazione con laboratori del gusto che si svolgerà dalle 14 alle 20.
L’iniziativa che è stato presentata oggi a Bologna vuole essere un ‘occasione per far conoscere e promuovere un settore che da alcuni anni in regione è in crescita sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. “La produzione emiliano-romagnola di vini spumanti – ha commentato l’assessore regionale all’agricoltura Tiberio Rabboni – ci sta consegnando una delle performance migliori dell’enologia regionale. Con un tratto distintivo importante costituito dal fatto che in Emilia-Romagna vengono spumantizzati non solo alcuni famosi vitigni nazionali, ma molti vitigni autoctoni, quali il Lambrusco, la Malvasia, il Pignoletto, l’Ortrugo, l’Albana e il Centesimino recentemente riscoperto”. Nel 2009 il primo premio del concorso “Bollicine Topline” (350 etichette partecipanti) del Forum “Spumanti d’Italia” è stato attribuito a uno spumante emiliano-romagnolo, il Rosé Brut di Cantine Ceci (PR).
La produzione di vino in Emilia-Romagna (dati Assoenologi) quest’anno dovrebbe ammontare a 6.660.000 ettolitri di vino, con un aumento del 5% rispetto al 2008. La regione è dunque al secondo posto in Italia dopo il Veneto (7.710.000 ettolitri stimati). Nel 2009 si stima che la produzione di vini spumantizzati in Emilia-Romagna possa raggiungere il 12% circa dell’intera produzione vinicola regionale , mentre (dati 2007) i vini spumanti rappresentano il 5,7% circa delle esportazioni complessive di vino emiliano – romagnolo, per un valore pari a 13,17 milioni di Euro. I vini spumanti dell’Emilia-Romagna contano 27 Denominazioni d’origine, con in testa le 10 Doc Colli piacentini seguite dalle 6 Doc Colli Bolognesi.
“L’Emilia-Romagna ha lo spumante nel suo dna – ha ricordato Sandro Cavicchioli di Assoenologi – fin dal settecento con vini come la malvasia e il lambrusco il cui tasso zuccherino e dunque la maggiore e o minore frizzantezza variavano a seconda dell’andamento stagionale”.

A Bazzano – ha spiegato Mario Castellari di Slow Food – Saranno in degustazione i vini di 34 Aziende provenienti dalle varie regioni e zone più vocate, per un totale di 120 etichette. Durante la degustazione dei vini, saranno disponibili assaggi di prosciutto del Consorzio di Modena, Parmigiano Reggiano del Consorzio Terre di Montagna, Mortadella del Presidio Slow Food di Bologna. Nel pomeriggio, alle ore 16.00 è previsto un Laboratorio di degustazione “alla cieca” dei vini di ogni zona, per l’individuazione del vino che avrà il miglior punteggio, secondo il criterio di maggior piacevolezza. Al produttore del vino che risulterà vincitore, verrà assegnato un attestato di merito.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.