A Cesena a Tavola “giro d’Italia”dei sapori

“Cesena a Tavola”, nel centro storico di Cesena, fino a lunedì 1 novembre, alla sua diciassettesima edizione, continua ad essere un invito a vincere le nebbiose atmosfere dell’autunno. Una festa di colori e di sapori. Un inno allegro ai sani piaceri della vita. Una boccata, anzi un boccone, di ottimismo. Le vie e le piazze si animano per la presenza sempre più numerosa di produttori e gourmet, che si ritrovano all’insegna del “buon mangiare”, che è un aspetto importante del “buon vivere”. E Cesena a tavola è stata inaugurata alle 18.30 di venerdì 29 ottobre da Paolo Lucchi, Sindaco di Cesena, che assieme a Domenico Scarpellini, Presidente di Cesena Fiera, ed altre autorità hanno poi visitato la rassegna e le Osterie.
E se nelle due piazze le Osterie (aperte solo nei giorni di “Cesena a Tavola”) propongono menù specifici o regionali, non va trascurata la variegata offerta di specialità da parte di una cinquantina di produttori e venditori di tipicità alimentari provenienti da tutta Italia.
La “Mostra Mercato dei prodotti alimentari tipici”, collocata in piazza Almerici, è un autentico “Giro d’Italia” dei sapori, perché in poche centinaia di metri, è possibile spaziare fra le specialità di varie regioni.
Elencare le eccellenze in vendita diventa lungo, ma si possono citare, fra i formaggi, il Parmigiano, pecorini freschi e stagionati, mozzarelle di bufala; fra i salumi fanno bella mostra salami tipici, speck, wurstel, non mancheranno le mortadelle giganti, il lardo. E fra le specialità legate a specifiche località ci si potrà deliziare con ciauscolo, nduja piccante e porchetta d’Ariccia. Ricca la proposta per la pasta che va dalle orecchiette ai canederli. E che dire dei pani e prodotti similari? Alla Mostra si può scegliere tra pane e taralli pugliesi, focacce liguri e tigelle modenesi. Passando ad altre specialità, ci saranno funghi freschi e secchi, tartufi. Abbondante anche l’offerta di condimenti, con olii, olive e sottoli, salse, erbe e spezie. Interessante la vaietà di frutta di stagione e frutti dimenticati, assieme a conserve, mieli e marmellate. Nel “reparto dolci” ci sarà abbondante scelta fra sfogliatelle, cannoli, pastiere, paste di mandorle, cioccolato, cioccolatini, praline e dolci tipici. Infine, a “coronamento” di questa vasta delizia per il palato, ecco vini, liquori, distillati e grappe. Chi ha qualche difficoltà perché ha mangiato troppo, può approfittare delle … tisane digestive.
Si diceva del “Giro d’Italia” dei sapori, facilmente intuibile dalle specialità elencate, ma se si guarda alle provenienze dei prodotti, si mette in fila un bell’elenco di regioni, in quanto espositori e prelibatezze provengono da Romagna, Emilia, Toscana, Umbria, Montefeltro, Lazio, Campania, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia, Sardegna, Valtellina, Piemonte, Alto Adige e Trentino.
E il “giro” delle prelibatezze prosegue anche con qualche sconfinamento all’estero grazie agli “Assaggi da Passeggio”, che consistono in particolari e tipiche sfizioserie, che provengono dalla Romagna, dall’Italia e dal mondo, come le Empanadas Argentine e le Crêpes parigine.
Un altro “giro” gastronomico di grande valore è quello di 15 ristoratori del territorioche fino a domenica 14 novembre, hanno predisposto i Menù della città Malatestiana, ovvero proposte di degustazione di piatti autunnali a prezzo dichiarato (comprese le bevande, da 28 a 35 Euro).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.