A Cesena è tempo di MACFRUT

visitatori MacfrutDopo la grande giornata del kiwi, cui era dedicato il SUMMIT mondiale di martedì 24 –autentica anticipazione di Macfrut- mercoledì 25 è il “gran giorno” di apertura dell’edizione 2013 della rassegna dell’intera filiera ortofrutticola. Una caratteristica che la rende unica nel panorama fieristico e che a Cesena porta operatori di tutti i segmenti (dal ricercatore al buyer della distribuzione, dal produttore al packaging).
Alle ore 10 Macfrut sarà inaugurata da Nunzia De Girolamo, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
Questa unicità di Macfrut consente inoltre di rivestire un importante ruolo sotto l’aspetto innovativo, tecnologico e commerciale.
L’ortofrutticoltura produce un bene primario e l’Italia è al primo posto fra i produttori europei, con un fatturato intorno ai 20 miliardi, che porta il Made in Italy in tanti Paesi facendo realizzare alla bilancia commerciale di F&V, nel 2012, un attivo di oltre 1,1 miliardi di Euro, grazie ad un export vicinissimo ai 4 miliardi di Euro, che nei primi sei mesi del 2013 è stato di 1,9 miliardi.
L’edizione 2013 di MACFRUT è incentrata sul ruolo che l’ortofrutticoltura del Bacino del Mediterraneo giocherà nello scenario internazionale nel prossimo futuro. Oltre alla conferma e adesione delle imprese leader nei vari comparti della filiera ortofrutticola, Macfrut ha incrementato per il 2013 superfice (oltrepassando i 30mila mq) e numero di espositori. Con un aumento anche dall’estero, grazie ad una forte presenza di operatori dal Mediterraneo con espositori dei Paesi dell’area africana e balcanica, che si incroceranno con cinesi e brasiliani.
«La filiera ortofrutticola italiana –sostiene Domenico Scarpellini, Presidente di Macfrut- significa un importante contributo all’economia e allo sviluppo dell’economia in quanto è uno dei pochissimi settori che assorbono manodopera, invece di espellerla in maniera massiccia. Sottolineo che mantenendo l’importanza del Made in Italy fa entrare un flusso di valuta pregiata. Per questo credo che l’agroindustria, l’ortofrutticoltura in particolare e Macfrut -come espressione di questo mondo- possa e debba essere al centro di una serie di azioni che vadano nel senso di supportarla, difenderla e valorizzarla anche per quella possibilità che la rassegna rappresenta nel dare risposte per contribuire a soluzioni di fronte a questa crisi».
Internazionalizzazione e innovazione sono i due stimoli che Macfrut fornisce all’ortofrutticoltura, ad esempio riproponendo nel 2013 l’Oscar per l’innovazione.
Anche il Convegno di apertura (mercoledì 25 ore 10:30, Sala Europa) guarda all’estero perché è incentrato sugli accordi commerciali fra Stati Uniti d’America e Unione Europea. Al Convegno partecipa il Segretario di Stato del Delaware, che si confronterà con l’Assessore Tiberio Rabboni della Regione Emilia Romagna mentre le conclusioni saranno tratte da Nunzia De Girolamo, Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
E a questo proposito va sottolineato che lo stand del Ministero delle Politiche Agricole in questa edizione di Macfrut è caratterizzato dalle proposte di FRUTTA NELLE SCUOLE, il Progetto condiviso con l’UE, che stimola, attraverso una serie di azioni nelle Primarie, la conoscenza e il consumo di frutta e verdura. Nello stand, oltre a materiali divulgativi della “campagna” che coinvolge scuole e classi in tutta Italia, si svolgeranno varie attività con varie scolaresche e nei pomeriggi di mercoledì 25 e giovedì 26 è prevista la partecipazione anche di genitori.
Macfrut è punto di riferimento e appuntamento irrinunciabile di tutta l’ortofrutticoltura in quanto somma lo spazio espositivo e l’occasione di business (anche con incontri B2B programmati precedentemente sulla piattaforma telematica), inoltre ha la capacità di stimolare il settore con un alto livello di incontri e confronti internazionali per l’elaborazione e la definizione del futuro del settore.
Basti considerare che, sempre sempre mercoledì, nel pomeriggio, Coldiretti ha scelto Macfrut per presentare, in anteprima nazionale. un accordo storico fra Agricoltori e Commercianti dei Mercati all’Ingrosso e a illustrarlo saranno nella (Sala Europa – ore 14:30) il direttore Generale di Fai, Alfredo Gaetani; il presidente nazionale di Fedagro, Ottavio Guala; l’assessore regionale all’Agricoltura, Tiberio Rabboni; il vice-presidente nazionale di Coldiretti, Mauro Tonello. All’incontro è prevista la presenza del Ministro delle Politiche Agricole, Nunzia De Girolamo.
Altro incontro internazionale è quello in cui verrà presentato (Sala Gialla ore 11:30) il Progetto di educazione alimentare italo-francese “Frutta e verdura da scoprire, gustare e scegliere”, promosso da Alimos e da Interfel.
In Sala Delegazioni la mattinata è occupata dalla Tavola rotonda “Ottimizziamo la nutrizione idrico-minerale delle colture da frutto (melo, pesco, kiwi) – Esperienze a confronto, promossa da Haifa Italia.
Nel pomeriggio in sala agricoltura si tengono due tavole rotonde. La prima, dalle ore 14 alle 16 tratterà di “Una coltura riscoperta: il noce” e la seconda, dalle ore 16, verterà su “I consumatori scoprono il melograno”.
Da sottolineare che a Macfrut anche imprese e Associazioni organizzano incontri. Come Assosementi che nello stand Road to quality (padiglione G – stand 90/ 124) alle 10:30 ospita tre incontri di vario argomento: 10:30 “Le coltivazioni orticole in Itlia e l’andamento dei Consumi; 11:30 “Aspetti sanitari delle produzioni orticole: virosi e batteri osi del pomodoro da mensa” e nel “Lo sviluppo del settore orticolo: gli strumenti normativi a disposizione”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.