A Cesenatico il tappo in sughero si ricicla

Partirà nel mese di maggio il progetto Tappoachi?, promosso da Rilegno, il Consorzio Nazionale che si occupa di raccolta, recupero e riciclaggio degli imballaggi di legno in Italia, e finalizzato al recupero dei tappi di sughero, un materiale prezioso e riciclabile.
Il Consorzio Rilegno, l’Amministrazione Comunale di Cesenatico, HERA S.p.A., l’ATO 8 – Autorità di Ambito Territoriale Ottimale di Forlì-Cesena e la Provincia di Forlì-Cesena hanno avviato la sperimentazione del progetto per la raccolta e il riciclo del sughero sul territorio del Comune di Cesenatico per la durata di un anno, attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa avvenuta mercoledì 28 aprile nella sede del Comune.
Il Comune di Cesenatico è il secondo in Italia in cui viene avviata la sperimentazione attraverso il progetto Tappoachi?, dopo l’esperienza pilota di fine 2009 nel Comune di Valdobbiadene, territorio ad alta produzione spumantistica.
A individuare Cesenatico come area test ideale per l’estensione del progetto è stata da una parte la sua forte vocazione turistica, con la presenza sul territorio comunale di centinaia di wine bar, enoteche, ristoranti, alberghi dove ogni estate si stappano milioni di bottiglie sigillate con i tappi di sughero, dall’altra il fatto che proprio a Cesenatico ha sede, sin dalla sua nascita, il Consorzio Nazionale Rilegno, nato nel 1997 a seguito del Decreto Ronchi.
I principali attori del progetto Tappoachi? sono gli esercenti di bar, enoteche, ristoranti e alberghi, contattati da Rilegno in questi giorni. La partecipazione, del tutto volontaria e gratuita, è da attivare entro il 10 maggio attraverso la sottoscrizione di un apposito modello. Agli esercenti che aderiscono, Rilegno consegnerà un kit per la promozione e la raccolta del sughero composto da sacchi in juta, contenitori, e materiale informativo, tutto ‘targato’ Tappoachi?.
A livello operativo, agli esercenti aderenti viene chiesto di raccogliere in maniera differenziata i tappi di sughero stappati all’interno del loro locale e conservarli. Ogni 90 giorni circa, attraverso i servizi di Hera, si provvederà ad effettuare la raccolta presso le utenze coinvolte nel progetto, secondo un calendario stabilito in accordo con Rilegno e comunicato tempestivamente ai titolari dei locali. Tutti i tappi raccolti da Hera sul territorio comunale saranno smistati in un apposito contenitore dedicato, presso la Stazione ecologica attrezzata di Cesenatico. Anche i cittadini potranno contribuire alla buona riuscita del progetto, raccogliendo i tappi e portandoli direttamente presso la Stazione ecologica.
Rilegno provvederà ad avviare al recupero i tappi raccolti, garantendone il trasporto alle industrie riciclatrici, dove verranno lavorati fino ad ottenere materiale riciclato adatto per la realizzazione di pannelli per isolamento, oggetti vari, calzature e materiali per l’edilizia.
Gli eventuali proventi ricavati dalla raccolta dei tappi di sughero attraverso il progetto Tappoachi? verranno devoluti per il finanziamento di iniziative con finalità sociale, individuate d’intesa tra i sottoscrittori del protocollo dopo la verifica della fase sperimentale di raccolta.
“L’imballaggio di sughero, come le altre tipologie di imballaggi di legno, è riciclabile al 100% – precisa il Direttore di Rilegno, Marco Gasperoni. – Per questo è importante poter dare una seconda vita alla materia prima sughero. Del resto Rilegno è il consorzio di riferimento per il recupero e il riciclo degli imballaggi a matrice legnosa, e appartiene al sistema Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi): Tappoachi? è un tassello in più nel grande mosaico del riciclo del legno, che nel 2009 grazie al coordinamento di Rilegno ha sfiorato 1.300.000 tonnellate di rifiuti in legno recuperati sul territorio nazionale”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.