A “Con i piedi per terra”: da Rialto la 16° DIMAF e da Russi il “Bel e cot”

La nuova puntata di “Con i piedi per terra” parte dalla Liguria, una regione che solo pochi giorni fa è stata devastata dal maltempo, dove noi affrontiamo un argomento legato a doppio filo con il dissesto idrogeologico: il bosco e la sua manutenzione. Nel passato, infatti, erano gli uomini che vivevano in montagna a preoccuparsi che l’acqua defluisse a valle senza ostacoli, che il legno secco non fosse esca di incendi, che non ci fosse troppo carico sulle pendici.
Anche sull’Appennino ligure l’economia locale si basava sul bosco, si producevano pali, legna da ardere nelle fornaci e carbone, poi le montagne si sono spopolate, l’economia ha preso altre strade e gran parte dei boschi è stata lasciata a sè stessa. Oggi recuperare la filiera del legno può portare a vantaggi ambientali ed economici certo non più lavorando con i sistemi, e le fatiche, di un tempo. A dimostrarlo le macchine e le attrezzature che la 16° edizione della DIMAF ha portato a Rialto, nel vivaio forestale di Pian dei Corsi, dove vedremo all’opera le gru a cavo, indispensabili per l’esbosco nei terreni scoscesi, scopriremo la produzione del carbone con la tecnica tradizionale e con le carbonaie trasportabili, ci occuperemo delle mille opportunità della filiera del legno, dal legname da costruzione al cippato, ma anche della sicurezza sul lavoro, nota dolente della selvicoltura, uno dei comparti che ancora conta il maggior numero di incidenti. Infine un sipario dedicato alla scultura del legno che qualcuno fa col cesello, dando nuova vita alle forme che la natura ha creato, qualcun altro con la motosega…
Ci sarà spazio però per collegarsi anche con Russi in provincia di Ravenna, ad attirarci nel cuore della Romagna è il profumo dei “mangiari” tradizionali, valorizzati dall’ACCADEMIA DELLA CUCINA attraverso il progetto MANGIARE IN DIALETTO, e quando si dice dialetto a Russi si dice BEL E COT, un prodotto che, pur avendone l’aspetto non è un cotechino, ma un insaccato che si produce con carne e cotica di maiale e si gusta specialmente durante la Festa della Madonna dei Sette Dolori che cade la terza domenica di settembre.
A prepararcelo in modo davvero insusuale sono 3 rinomati chef: lo stellato Vincenzo Cammerucci dell’associaizone CheftoChef, Daniele Baruzzi dell’Insolito e Paola Severino della gastronomia “La Delizia” di Russi

2 Commenti in “A “Con i piedi per terra”: da Rialto la 16° DIMAF e da Russi il “Bel e cot””

  • Flavio Favaro scritto il 7 novembre 2011 pmlunedìMondayEurope/Rome 20:50

    Come si fa a vedere il video?

  • Redazione scritto il 8 novembre 2011 ammartedìTuesdayEurope/Rome 9:50

    per vedere la puntata si deve “clikkare” sul banner verde “Con i piedi per terra puntata settimanale”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.