A Con i piedi per terra protagonisti il carciofo e il tartufo


Nella nuova puntata andremo alla scoperta del carciofo: pregi, virtù, ma soprattutto coltivazione e reddito integrativo per gli agricoltori. Una orticoltura pregiata che accompagna tante aree d’Italia, nell’immaginario collettivo è legata al meridione ma un tempo non tanto lontano lo si coltivava anche al nord. Oggi vediamo la coltivazione del carciofo in Emilia, dove si ricorda una varieta’ molto particolare, il carciofo di San Luca, ma sono anche tante altre le varietà interessanti. Per molte aziende il carciofo rappresenta anche un’importante occasione di integrazione del reddito. E’ il caso dei fratelli Mioli di Vedrana di Budrio. Principalmente un’azienda zootecnica che ha sempre coltivato cereali o erba medica per l’ alimentazione del bestiame. Poi Tommaso Mioli e il fratello si sono avventurati circa un anno e mezzo fa nella coltivazione del carciofo un po’ per curiosità ma anche per vedere di diversificare le attività.
Poi ci spostaremo sul colle Persolino, a pochi chilometri da Faenza, per una giornata dedicata interamente al tartufo, in particolare quello bianco, che più caratterizza quest’area in provincia di Ravenna. Ad organizzare l’evento è l’Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura e l’Ambiente che ha sede proprio qui in un’area di 13 ettari dove sono presenti i più tipici impianti frutticoli della zona – pesche, ciliegie, albicocche e kiwi – ma anche numerosi vitigni da cui hanno origine ottimi vini realizzati proprio dagli allievi e uno splendido roseto con 500 varietà di rose antiche. Da qualche tempo l’Istituto ha avviato delle esperienze di micorizzazione, tecnica sperimentata anche per incrementare la produzione di tartufi sfruttando le simbiosi che si vengono a creare con le piante e per questo la tradizionale festa di fine anno dell’IPSAA di Faenza quest’anno è stata dedicata proprio al prezioso tubero. Nel corso della giornata c’è spazio anche per un momento molto spettacolare: la gara di ricerca con i migliori 32 cani da tartufo d’Italia.
A seguire parleremo di come cresce il mondo del latte e dei latticini raccontandovi una bella esperienza tra Emilia e Lombardia, ma ci sarà spazio anche per andare a vedere i danni che il terremoto del 20 maggio ha causato alle aziende agricole delle province di Modena e Ferrara.

La nuova puntata di Con i piedi per terra andrà in onda sabato 26 maggio alle ore 12.30 su Telesanterno (canale 18 del digitale terrestre Emilia-Romagna) in replica domenica 27 maggio alle ore 7.30 e martedì 29 maggio alle ore 21.
Diffusione nazionale sul circuito di Odeon Tv lunedì 4 giugno alle ore 20.30 in contemporanea visibile sul satellite Sky al canale 914.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.