A maggio calo delle vendite alimentari: male i grandi negozi, tengono i piccoli

A maggio 2011 le vendite di alimentari scivolano in basso, sia rispetto allo stesso mese del 2010 (-0,5%) che a confronto con aprile scorso (-0,4%). Lo rileva l’Istat. E se il “non food” si salva appena da una performance negativa in termini congiunturali, restando stabile su aprile, fa ancora peggio degli alimentari su base annua (-0,8%). Nella media del trimestre marzo-maggio 2011, l’indice ha registrato, rispetto ai tre mesi precedenti, una calo dello 0,1%, fa sapere l’Istat. Nei primi cinque mesi dell’anno, in termini tendenziali, le vendite al dettaglio (considerate sempre come il valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) si riducono dello 0,3% (prodotti alimentari +0,1%, non alimentari -0,6%). Guardando alla dimensione delle imprese, il valore delle vendite aumenta, su base annua, dello 0,4% nelle imprese fino a 5 addetti, diminuisce dello 0,3% in quelle da 6 a 49 addetti e si riduce dell’1,8% nelle imprese con almeno 50 addetti.
A maggio, su base annua, la grande distribuzione fa registrare un calo delle vendite del 2,1%, mentre il dato per le imprese operanti su piccole superfici, come botteghe, negozi di quartiere, minimercati, risulta positivo (+0,2%). In particolare, l’Istat fa sapere che, tra gli esercizi a prevalenza alimentare, le vendite nei supermercati e nei discount restano ferme e negli ipermercati segano, addirittura, un crollo (-6,1%).
(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.