A Napoli è tempo di Olimpiadi della pizza


Non si accenderà la torcia di Olimpia, ma il forno. In attesa delle più atletiche gare di Londra 2012, infatti, a Napoli scatta da domani l’Olimpiade della verace Pizza Napoletana: cento pizzaioli provenienti da quattro continenti si sfideranno a Città della Scienza, a Bagnoli, location ideale perché, anche se la pizza non è scienza esatta ma si presta alle più varie interpretazioni ed ai gusti personali, di scientifico c’é il disciplinare ufficialmente riconosciuto per potersi dire autori della verace pizza napoletana. I pizzaioli, provenienti da tutta Italia ma anche da Serbia, Usa, Australia e Giappone, per ambire alla medaglia d’oro della pizza si dovranno sfidare in cinque categorie differenti: Pizza classica, Pizza fantasia (l’innovazione della tradizione secondo il disciplinare dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, AVPN), Pizza artistica, Pizza fritta e Mastunicola. Quest’ultima variante, meno conosciuta ma non per questo meno gustosa, è un disco di pasta condito con strutto o olio extravergine, basilico, pepe per esaltare l’impasto. Libertà d’inventiva, quindi, in un mix di tradizione e innovazione per rispettare i più intransigenti puristi della pizza ma anche per venire incontro ai giovani. I concorrenti, infatti, potranno destreggiarsi non solo con la pizza margherita e la marinara, ma anche con altri tipi di pizze: unico vincolo, l’utilizzo di ingredienti non in contrasto con la cucina partenopea, insomma, niente polenta, magari. Al termine delle Olimpiadi, giovedì 5 luglio, verranno premiati sia i singoli “atleti” (i pizzaioli), che le nazioni, che avranno totalizzato il maggior numero di medaglie d’oro assegnate dalla giuria, composta da chef campani, maestri pizzaioli, docenti universitari ed esponenti del mondo accademico e culturale, che valuterà il prodotto finale seguendo tutte le diverse fasi di lavorazione. La manifestazione è organizzata da Antonio Pace, Presidente Associazione Verace Pizza Napoletana che ha voluto le Olimpiadi perché costituiscano il fulcro della prima Convention Internazionale che l’AVPN ha voluto per celebrare, studiare, degustare la celebre pietanza partenopea in tutte le sue declinazioni. Oltre alla gara, infatti si svolgeranno laboratori del gusto e incontri scientifici, workshop e conferenze. Dopo le olimpiadi dei pizzaioli, toccherà poi personaggi noti diventare pizzaioli per un giorno in una serata condotta dall’attore Gino Rivieccio e che vedrà ai forni nomi come l’attore Massimiliano Gallo, l’imprenditore Maurizio Marinella, l’artista Lello Esposito, il giornalista Luciano Pignataro, la showgirl Julija Majarcuk, il regista Roberto Gambacorta, il campione olimpionico di canottaggio Davide Tizzano.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.