A Pasqua risparmia chi sceglie il pesce


Risparmi in vista per chi vuole rispettare la tradizione di ‘magro’ del Venerdì Santo o comunque mangiare pesce a Pasqua e Pasquetta. Rispetto a un mese fa, infatti, si registrano prezzi stabili e, in alcuni casi, addirittura in calo, un andamento dovuto anche alle buone condizioni meteo che hanno permesso un buon approvvigionamento di pesce sui mercati. Lo fa sapere Federcoopesca (Confcooperative) secondo cui se il costo al chilo per sgombri e cozze è rimasto invariato negli ultimi 30 giorni, è diminuito invece per orata -2,5%, merluzzo -1,99%, pesce spada -0,2%, calamari -1,23%, sogliola -1,21% e vongole -0,97%. Quanto ai consumi del Venerdì Santo, in base ad un sondaggio condotto dall’associazione, il 75% degli italiani mangerà di magro con pesce e senza carne, il restante 25% deciderà sul momento cosa portare in tavola in base alle offerte del mercato. Il pesce comunque non mancherà per i pranzi di Pasqua e Pasquetta, un prodotto su cui il 55% degli italiani spenderà a persona fino a 15 euro (55%) e il 45% tra i 15 e i 25 euro, circa il 15% in meno rispetto a Pasqua 2011.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.