A Roma debutta Slow Wine, il vino secondo Slow Food


Slow Food torna a raccontare il mondo del vino e lo fa con la guida ‘Slow Wine 2011’, presentata oggi a Roma in una giornata all’Open Colonna dove si propone agli enoappassionati un ‘pacchetto’ che prevede la degustazione 100 etichette selezionate, comprese le micro-produzioni delle isole del Giglio e dell’Elba, un incontro con il fondatore Carlo Petrini e il giurista Stefano Rodota’ su ‘Cibo, diritto e Politica, e il concerto ‘Quanto sei bella Roma’, con Alberto Laurenti e la Piccola Orchestra Romana. La guida edita da Slow Food fotografa il cambiamento del mondo del vino italiano e del modo di berlo, con 1850 cantine raccontate e 21mila vini degustati da una squadra di 200 collaboratori. ”E’ la prima guida che racconta le storie dei produttori e delle vigne e non solo del vino” ha detto l’amministratore delegato di Slow Food editore Marco Bolasco che ha sottolineato ”lo stravolgimento delle regole della critica enologica, con la prevalenza del racconto del mondo nascosto in una bottiglia di vino rispetto ai giudizi e punteggi”. In primo piano anche la sensibilita’ ambientale in cantina e il rapporto qualita’-prezzo. ”Una guida quindi con molte informazioni e pochi punteggi che piace, e che vanta la bella performance di 40 mila copie vendute in tre mesi” ha aggiunto il fondatore dell’associazione di Bra Carlo Petrini, nell’osservare che ”c’era bisogno di una guida che sfiatasse i giudizi. L’Italia del vino in 25 anni e’ cambiata, da’ piu’ importanza al vino e per questo chiede piu’ informazione. Vino che oggi puo’ avere solo un difetto: non la qualita’ ma quello di assomigliare agli altri. Per questo i produttori devono puntare sulla identita’ dei loro vini, col i diversi territori che fanno la differenza. In una geografia sempre piu’ ricca, e non ferma alla primogenitura di Toscana o Piemonte”. Nella crisi economica, ha concluso Petrini, ”si premiano le individualita’ che superano il piattume dei vini omologati e chi e’ forte nel vino non griffato ma quotidiano, frutto di territori sani e un’agricoltura forte”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.