A Saint Vincent la Nazionale del Parmigiano per il concorso del miglior formaggio


La Nazionale del Parmigiano Reggiano scende in campo per la Grolla d’Oro a Saint Vincent in Valle d’Aosta. Il concorso, che si terrà dal 2 al 4 dicembre, assegnerà il premio al Miglior Formaggio d’Italia 2010. “Un sogno. Nel decennale della fondazione della Nazionale del Parmigiano Reggiano e di Caseus Montanus (ideatore del concorso e delle Olimpiadi dei Formaggi di Montagna) bissare dieci anni di premi e riconoscimenti per dare valore al tipico prodotto finalmente uscito dalla crisi” Le parole di Gabriele Arlotti, ideatore della Nazionale del Parmigiano Reggiano.
“E non a caso anche lo scorso anno la Nazionale si è aggiudicata il primo premio assoluto, oltre che due Grolle d’Oro, una per la categoria oltre 30 mesi e una per la stagionatura inferiore. Primo premio assoluto conseguito anche nel 2008” ricorda Loretta Domenichini del Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano.
Per la Grolla d’Oro i caseifici in partenza per San Vincent sono ben 15
provenienti da più provincie. In Valle d’Aosta sono già giunti i campioni dei seguenti caseifici: da Bologna Caseificio sociale Fior di Latte (Gaggio Montano); da Reggio Emilia, il Caseificio sociale di Cavola (Toano), la Latteria sociale Migliara (Casina), la Latteria sociale Nuova (Bibbiano), la Latteria sociale Moderna (Bibbiano), l’Antica fattoria caseificio Scalabrini (Bibbiano), la Fattoria Fiori (Vetto d’Enza), il Caseificio sociale Allegro (Castelnovo Sotto), la Casearia Fratelli Dotti (Bibbiano), la Latteria sociale San Bartolomeo (Poviglio); la Latteria sociale Lora (Campegine), il Caseificio sociale Castellazzo (Campagnola Emilia), la Latteria sociale Valle (Cavriago), la Latteria sociale Tabiano (Viano) e la Latteria sociale San Giovanni di Querciola (Viano).
“Esprimo il mio benvenuto a questo gruppo davvero unico in tutta Italia – spiega Gerardo Beneyton, patron della manifestazione – il traguardo dei vostri dieci anni collocazione migliore non poteva avere, nell’ambito delle giornate del decennale di fondazione di Caseus Montanus”.
Tra le novità nello spiegamento della Nazionale del Parmigiano Reggiano c’è anche il ‘fratello minore’ del Re dei Formaggi, il “Furmaìn”, la caciotta di latte di mucca che anticamente si produceva d’inverno al posto del grana.
“L’idea di rilanciare tale prodotto – spiega Ivano Pavesi, presidente del Consorzio ConvA e promotore di un progetto già attivo in tal senso – scaturisce dalla considerazione che l’economica agricola deve valorizzare e premiare le produzioni differenziali a fianco del Parmigiano Reggiano per aumentarne la redditività”.
La manifestazione Grolla d’oro è stata ideata da Coopagrival e patrocinata da Onaf, Slow Food, Caseus Montanus, dalla regione autonoma Valle d’Aosta e dal Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali.
Il 4 dicembre alle ore 9 presso il Centro Congressi del Grand Hotel Billia di Saint Vincent si terrà il workshop nazionale dal titolo “I formaggi d’alpeggio. Ricchezza culturale e casearia della nostra montagna” (punti di forza, criticità e opportunità di un comparto radicato nella tradizione e nella economia nazionale). Il summit darà modo agli esperti, produttori e legislatori di confrontarsi sul futuro dell’agricoltura in montagna. In particolare si rifletterà sul comparto lattiero caseario, in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.