A tavola trionfa il tipico e l’80% degli italiani dice no agli Ogm


Più di otto italiani su dieci (83 per cento) scelgono prodotti alimentari nazionali, soprattutto se tipici e tradizionali. Lo rileva un’indagine della Cia, Confederazione italiana agricoltori, sui nuovi orientamenti dei consumi in Italia. Il 78 per cento chiede inoltre un’etichetta più ‘trasparente’ dove sia indicata la provenienza, il 68 per cento vuole cartellini dei prezzi al dettaglio più chiari e possibilmente con l’indicazione d’origine, in pratica il ‘doppio prezzo’ e l’84 per cento vorrebbe meno passaggi dal campo alla tavola proprio per frenare la corsa dei prezzi. Dall’indagine della Cia emerge inoltre che l’85 per cento esprime netta contrarietà per gli Ogm, mentre il 63 per cento ritiene che il biologico sia più sicuro, il 73 per cento preferisce pranzi e cene tra le mura domestiche, anche per le minori disponibilità economiche ed e’ in aumento la schiera di chi fa acquisti (10,9 per cento) presso gli hard-discount. Le motivazioni di questa scelta – sottolinea la Cia – sono da ricercare sia nelle consolidate abitudini delle famiglie del nostro Paese sia nella certezza che i prodotti nostrani, oltre a rispondere alle caratteristiche di tipicità, tradizionalità e legame con il territorio, sono più sicuri di quelli d’importazione. Convinzione che si è andata sempre più rafforzando in questi ultimi anni anche in seguito alle sofisticazioni, adulterazioni e truffe relative a prodotti stranieri, in particolare quelli provenienti dalla Cina. Un’altra motivazione che spinge ad acquistare “made in Italy” viene dal fatto che i prodotti nazionali sono più convenienti di altri. L’ orientamento alla qualità e alla tipicità si riscontra anche nella scelta dei vini: il 65 per cento predilige quelli a denominazione. Comunque, sei su dieci si dichiarano disponibili a bere di meno e a spendere qualcosa di più per avere un prodotto con determinate caratteristiche. Un contesto nel quale scende, e di molto, la schiera di quei nostri connazionali (55 per cento) che sulle tavole portano vino sfuso. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.