A Verona Fieracavalli dal 4 al 7 novembre

Meno due giorni all’apertura della manifestazione leader mondiale sul variegato mondo equestre: Fieracavalli.
Questi i numeri di una manifestazione che da 112 anni domina il ring internazionale per numero di esemplari ed assortimento di proposte. Oltre 150mila i visitatori della scorsa edizione, 950 i giornalisti accreditati, 658 gli espositori provenienti dall’Italia e dall’estero, e ben 2.500 i cavalli appartenenti a più di 60 razze, su una superficie complessiva di 350mila metri quadrati.
Fieracavalli è diventata negli anni punto di incontro per professionisti e appassionati di un settore che ha saputo evolversi, cambiando i punti di riferimento del proprio core business, che sempre di più si sta spostando dall’ambito agonistico a quello turistico amatoriale. Un settore questo di cui è sempre difficile dare una fotografia esatta. Ad oggi le categorie censite rivelano un totale equini di 436.961 esemplari, ai quali si sommano 38.409 asini, 5.020 muli, 89 bardotti. Anche per quanto riguarda gli addetti ai lavori si parla di grandi cifre: gli allevatori censiti ad oggi sono 19.495, i proprietari 38.861, i maniscalchi 300, mentre i veterinari (censiti dal SIVE) 550. Sono ben 610.000 gli ettari di terreno utilizzati per allevare e produrre alimenti per cavallo: un numero veramente significativo se si pensa che gli ettari dedicati a uva e vino sono 69.426, quelli ai cereali 558.227.
Sempre più numerosi gli appassionati, stimati ad oggi in circa un milione, di cui 109.442 sono tesserati F.I.S.E.
Ed è il turismo equestre il settore che vive oggi una crescita continua: aumentano gli agriturismi attrezzati per escursioni a cavallo (4.500) e i tesserati Fitrec-ante (Federazione Italiana Turismo Equestre e TREC) sono arrivato oggi a 15.000.
Il dato più significativo è sicuramente il giro d’affari complessivo stimato per circa 7.000.000.000 di euro all’anno. (Fonte UNIRE)
Per cercare di inquadrare un settore di queste proporzioni Fieracavalli promuove il primo osservatorio nazionale sul comparto equestre. Il giorno di apertura della manifestazione sarà presentata la prima ricerca quali-quantitiva condotta dall’ ISPO, l’Istituto di ricerca di Renato Mannheimer, che offrirà un’istantanea sul rapporto uomo-cavallo in tutte le sue declinazioni. Il ritratto riguarderà non solo chi pratica abitualmente discipline e sport equestri, ma anche il pubblico di appassionati. L’osservatorio di Fieracavalli consolida così ulteriormente il ruolo di Veronafiere nel settore equestre, il cui accredito è da sempre sostenuto dalle principali federazioni e istituzioni: dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, della Salute, dell’Economia e Finanze, l’UNIRE, la FEI, la FISE fino alla FITETREC ANTE, oltre alle principali associazioni sportive del settore equestre nazionali ed internazionali con le quali opera in stretta collaborazione.
L’appuntamento è a Fieracavalli, dal 4 al 7 novembre.
Tutte le informazioni su

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.