Accordo CETA: più tutele anche per l’Aceto Balsamico di Modena Igp

C’è anche l’Aceto Balsamico di Modena IGP tra le Indicazioni Geografiche riconosciute dall’accordo economico e commerciale globale CETA col Canada, approvato dal Parlamento Europeo. Con il nuovo accordo, di fatto il Canada riconosce il principio delle IG e vieta per i prodotti canadesi l’utilizzo di riferimenti espliciti a luoghi o simboli di prodotti tutelati della UE. L’Italia è seconda per numero di Indicazioni Geografiche riconosciute dal Canada con 41 – preceduta solo dalla Francia con 42 – tuttavia rappresenta il maggior valore dei prodotti tutelati.

“Piaccia o meno, non si può negare che la globalizzazione dei mercati, anche quello agroalimentare, è un dato di fatto e un punto di non ritorno; l’alternativa, oggi, non è tra apertura e chiusura alla mondializzazione, tra liberalismo o protezionismo, ma tra un mercato globale con o senza regole condivise – dichiara il Direttore del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP Federico Desimoni – Gli accordi bilaterali sono lo strumento principale per lo sviluppo di questa politica e, pur avendo dei limiti evidenti, oggi sembrano l’unica possibilità per far evolvere il sistema di scambi internazionali.” “Per l’Aceto Balsamico di Modena – aggiunge il direttore Desimoni – il mercato canadese è una realtà importante e potrà certamente crescere dal momento in cui sarà più facile tutelare la nostra denominazione e quindi comunicare con più chiarezza ai consumatori locali la grande differenza tra il nostro prodotto e le tante imitazioni che anche in Canada quotidianamente dobbiamo fronteggiare.”

L’accordo CETA, che ha come obiettivo primario l’incremento del commercio in beni e servizi e degli investimenti, è stato ratificato dal Parlamento Europeo con 408 voti a favore, 254 contrari e 33 astensioni: l’applicazione è prevista, anche se in via provvisoria, già a partire dal prossimo mese di aprile.
Con tale accordo, che nella parte relativa alla protezione dei prodotti e degli standard sociali prevede altresì l’inclusione di clausole per uno sviluppo sostenibile, per la salvaguardia degli standard ambientali e sociali e l’eliminazione di fatto dei dazi sulla maggior parte dei beni e dei servizi, oltre ad essere operativo il mutuo riconoscimento della certificazione per una vasta gamma di prodotti. Da parte sua il Canada aprirà il mercato degli appalti pubblici federali e municipali alle imprese europee e, allo stesso modo, i fornitori europei di servizi quali il trasporto marittimo, le telecomunicazioni, l’ingegneria, i servizi ambientali e la contabilità avranno accesso al mercato canadese.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.