Accordo Ue-Mercosur: Confagri, bene ma chiarire i dazi


“Non siamo pregiudizialmente contrari agli accordi tra l’Unione Europea e i Paesi terzi ma è indispensabile che qualsiasi apertura delle frontiere sia basata su principi di reciprocità di interessi tra i Paesi e di equilibrio tra i settori produttivi”. Lo afferma Confagricoltura, a proposito del negoziato bilaterale tra Ue e Mercosur (ne fanno parte anche Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay), il cui quinto round si è concluso da pochi giorni. “Le imprese oggi hanno necessità di rivolgersi ai mercati esteri, pertanto l’apertura delle frontiere può essere una opportunità in più”, spiega Confagricoltura, secondo cui però vanno risolte quattro problematiche che ostacolano l’export italiano: abolizione dei dazi di ingresso per il vino; snellimento della burocrazia nelle operazioni di esportazione di prodotti italiani ed europei; riconoscimento dei nostri sistemi di protezione delle denominazioni per tutte le produzioni; controllo del fenomeno dell’italian sounding. Confagricoltura esprime, infine, la propria contrarietà alla negoziazione di contingenti per le esportazioni dal Mercosur verso l’Europa di zucchero/etanolo, carni, frutta e ortaggi. “E’ necessario – conclude l’organizzazione – che nell’ambito dei negoziati, il settore agricolo non venga trattato come merce di scambio a favore di altri comparti economici”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.