Acqua: quella dispersa per l’ortofrutta equivale a 1/10 dell’Adriatico


Dodici miliardi di metri cubi di acqua, dispersi ogni anno per l’ortofrutta in Italia. Una quantità equivalente a un decimo del mare Adriatico. L’esempio, che fa riferimento all’acqua utilizzata in un anno per i 14 milioni di tonnellate di frutta e verdura non consumati, è di Andrea Segré, preside della facoltà di Agraria di Bologna e del Last Minute Market. Un paragone che dà l’idea degli sprechi idrici nel paese, e utilizzato per presentare le iniziative in programma per sabato, quando a Bologna si terrà il clou delle giornate europee contro lo spreco. A Palazzo D’Accursio verrà presentato il Libro blu dello spreco dell’acqua in Italia, con il rapporto di iniziativa al parlamento europeo, presenti Paolo De Castro, presidente della Commissione agricoltura, e l’europarlamentare Pd Salvatore Caronna. Seguirà il pranzo per 500 persone, con cibo di recupero nel cortile d’onore del Palazzo, dalle 12.30: una zuppa di patate e fagioli, servita dalla Camst. Alle 18, nella cineteca di Bologna, si proietterà infine il film documentario ‘Taste the Waste’, accolto con successo nei mesi scorsi dalle platee internazionali.
I numeri dello spreco idrico in provincia di Bologna, secondo le stime 2010 sul prodotto agricolo rimasto in campo, testimoniano percentuali di residuo molto basse, appena lo 0,37%, quota quasi fisiologica. Significativi, tuttavia, i dati del residuo ortofrutticolo, che ammonta a 37.195 tonnellate fra insalate, cavoli, ciliegie, zucchine e loti, per 31.567.601 metri cubi di acqua virtuale sprecata, corrispondenti a 9.865 piscine olimpiche ‘prosciugate’ inutilmente. Secondo stime di Last Minute Market, poi, l’acqua che viene inquinata nel procedimento per la coltivazione di prodotti agricoli che restano sprecati in campo, ammonta a 3.672.321 metri cubi, pari a 1.148 piscine olimpiche. “Dobbiamo fare massa critica – ha detto Segré – contro un sistema che non funziona bene, per stare un po’ meglio”. “Per vocazione e per mission – ha spiegato Luca Lorenzi, responsabile Centro Nord UniCredit, tra i main sponsor dell’iniziativa – la nostra azienda è in prima fila sul tema del risparmio. Noi ci occupiamo di soldi e oggi parliamo di acqua, è vero. Ma è altrettanto vero che sprecare acqua, sprecare risorse più in generale, significa gettare via denaro”. Il sostegno “é stata una scelta naturale che abbiamo intrapreso in virtù del nostro impegno per lo sviluppo del territorio. Uno sviluppo che non può prescindere dall’attenzione al risparmio a tutto campo. Un’attenzione necessaria non solo da un punto di vista etico e morale, ma anche economico”. Lo spreco di risorse “costituisce un danno ad alto impatto per la nostra economia, un errore che non possiamo permetterci di compiere”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.