Addio al sapore di tappo con il sughero “reinventato”

Sono circa 500 milioni ogni anno le bottiglie a rischio “sapore di tappo”, a fronte di un consumo totale di quasi 20 miliardi di bottiglie, ma il brivido di trovarsi di fronte un vino sensorialmente deviato sta per diventare solo un ricordo, grazie al sughero reinventato di Diam Bouchage, azienda francese leader a livello mondiale nella produzione di tappi in sughero che, insieme al distributore esclusivo per l’Italia – la Paolo Araldo con sede a Calamandrana (AT) – presenterà il procedimento Diamant® con il quale produce i suoi tappi, ai professionisti del settore martedì 23 ottobre alle ore 21 a Milano all’Hotel Westin Palace. Ma in che modo questo avviene? “Il sughero viene ridotto in microgranuli e lavorato con uno specifico trattamento alla CO2 supercritica – risponde Dominique Tourneix, Direttore Generale Diam Bouchage – in grado di eliminare totalmente e per sempre dalle chiusure in sughero delle bottiglie quel fastidioso “sapore di tappo” di cui è responsabile la molecola TCA. Quello che rimane è quindi solo la parte più nobile del sughero, la suberina, la quale insieme a microsfere ed a un legante adatto al contatto alimentare va a comporre questi tappi “tecnici”.
Un mercato che oggi vale a livello mondiale circa 75 milioni di euro annui di fatturato, per circa un miliardo di tappi prodotti e destinati a vini di fascia media e alta non solo sui mercati tradizionali come Francia e Italia, ma anche su mercati relativamente nuovi come Nord e Sud America , Australia o Cina. E soprattutto un mercato in continua crescita, come sottolinea Paolo Araldo, titolare della omonima azienda e della Belbo Sugheri nonché amministratore DIAM Sugheri Italia: “negli ultimi 5 anni il solo mercato italiano è cresciuto del 70% e adesso per la Diam l’Italia rappresenta il 20% sul totale della propria produzione, seconda solo alla Francia”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.