Aglio: servono più controlli sulle triangolazioni di prodotto cinese

Si è tenuto a Voghiera (Ferrara) l’incontro del “gruppo di contatto” Italia-Francia-Spagna sull’aglio. Nel corso della riunione sono state esaminate le situazioni produttive e di mercato del 2012 e le prospettive per la campagna 2013.
aglio 4Dagli interventi degli operatori dei tre paesi è emerso come quello appena trascorso non sia stato un anno di particolari soddisfazioni per il settore dell’aglio, con un livello dei prezzi in calo rispetto al 2011 e diffusi problemi fitosanitari che hanno interessato il materiale di propagazione e la conservabilità del prodotto, soprattutto in Spagna, il principale produttore nell’Unione Europea con circa 140.000 tonnellate. Le previsioni per il 2013 sono condizionate dall’andamento stagionale avverso, con un eccesso di precipitazioni che, si prevede, non porterà ad un raccolto più abbondante di quello del 2012, nonostante una leggera crescita delle semine nei tre paesi (+5 per cento circa). Intervenendo all’incontro, Coldiretti ha rimarcato la forte preoccupazione per il traffico di contrabbando di aglio cinese, già denunciato in passato dall’Olaf, l’Ufficio europeo di lotta antifrode, e scoperto nei primi mesi dell’anno tra Svezia e Norvegia, finalizzato ad evadere i dazi doganali, con il conseguente danno per l’erario e per i produttori di aglio dell’Unione. “La nostra attenzione deve essere ai massimi livelli – commenta il presidente di Coldiretti Ferrara, Sergio Gulinelli – per tutelare una importante produzione made in Italy e per Ferrara l’unico prodotto che si fregia della D.O.P. e che rappresenta un valore aggiunto importante per le aziende di produzione. Non possiamo tollerare speculazioni ed inganni commerciali, che vanificherebbero anni di duro lavoro dei produttori per valorizzare un prodotto dalle caratteristiche uniche. Auspichiamo che i controlli, a partire da quelli in campo, siano rigorosi e che nei mercati si trovi davvero l’autentico aglio di Voghiera D.O.P. e comunque che sotto la bandiera italiana ci sia realmente il frutto del lavoro degli agricoltori italiani e non altro”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.