Agricoltura: Agrinsieme sbarca a Bruxelles, si presenta a Ue

agrinsiemeAgrinsieme – il coordinamento nato da Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative italiane – si é presentata a Bruxelles, alle istituzioni europee, come “forza composita, aperta, consapevole dei valori che rappresenta, profondamente convinta che l’agricoltura sia un bene comune”. Ad aprire il vasto dibattito tra i rappresentanti del Parlamento, della Commissione e del Consiglio Ue presenti, é stato il vicepresidente della Cia Dino Scanavino, che a nome del presidente Giuseppe Politi ha presentato gli obiettivi di Agrinsieme: “una forza che riunisce esperienze e origini diverse e che intende impegnarsi affinché a migliori condizioni e qualità della vita degli agricoltori, corrisponda l’attuazione di obiettivi di interesse generale per i cittadini europei. Puntiamo – ha detto all’Ansa il presidente di Confagricoltura Mario Guidi – a prendere come modello il Copa e Cogeca (i Comitati agricoli e cooperativi dell’Ue) per affermare che le politiche agricole non si esauriscono con la sola Pac ma comprendono tutte le attività di internazionalizzazione e promozione. Insomma, una Pac per gli agricoltori che forniscono un servizio pubblico nella gestione dell’80% del territorio e forniscono alimenti in linea agli standard Ue”. Credo che tutti abbiamo preso atto – ha precisato all’ANSA Giorgio Mercuri, presidente dell’Alleanza cooperative italiane agricole – della grande forza che oggi abbiamo presentato, la più rappresentativa, che ha i numeri sui mercati internazionali. E questo dà forza a noi italiani e ai parlamenti europei per le politiche che devono portare avanti”. Presente oggi anche il rappresentante dell’Italia presso l’Ue, Stefano Sannino, e il presidente della Commagri, Paolo De Castro. Il coordinamento di Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative italiane, con la prima uscita ufficiale a Bruxelles, ha quindi inteso confrontarsi con le istituzioni Ue presentando le proprie proposte e idee per l’Italia e l’Europa. L’obiettivo prioritario: “una politica orientata alle imprese, nelle loro diverse articolazioni, aggregazioni e rapporti con il mercato”. Agrinsieme ha insistito oggi sull’esigenza di una politica europea per lo sviluppo dell’agroalimentare nel mercato mondiale che, con gli accordi commerciali e un’efficace azione di promozione, potrà consentire alle imprese agricole e agroalimentari dell’Ue “di favorire la competitività del sistema e accrescere la presenza sulle piazze internazionali”. Per la nuova struttura, “i mercati internazionali costituiscono un’opportunità straordinaria”. Ecco perché – afferma Agrinsieme – “è indispensabile dare forza a una politica di promozione dei prodotti agroalimentari Ue, in particolare verso i Paesi terzi. Occorre però – aggiunge – sostenere le imprese e i produttori perchè possano agire con efficacia sui mercati, potendo contare su strategie valide, regole reciprocamente riconosciute e accordi che garantiscano la parità di condizione”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.