Agricoltura: Commissione Ue, in arrivo misure anti-crisi

Commissione Europea 2
“Farò proposte nelle prossime settimane” per riuscire a “mettere insieme un pacchetto” di misure anti-crisi per gli agricoltori, in grave difficoltà specie nei settori lattiero-caseario e della carne di maiale. L’annuncio arriva dal commissario europeo alle Politiche agricole, Phil Hogan, di fronte agli eurodeputati della commissione agricoltura in riunione straordinaria a Strasburgo. Tante le ipotesi al vaglio della Commissione europea nell’ambito dei paletti della Politica agricola comune, incluse l’agevolazione degli aiuti ‘de minimis’ e l’uso di una misura eccezionale (articolo 222 del regolamento OCM) per limitare la produzione e stabilizzare un mercato in grave squilibrio. Niente da fare per l’aumento dei prezzi di intervento, considerati da Hogan “uno strumento inadeguato, che invece di far diminuire la produzione avrebbero l’effetto opposto”. Una proposta su cui invece sembra punti molto il commissario Ue all’agricoltura “è lo sviluppo di uno strumento di credito all’export per sostenere e incoraggiare i prodotti agroalimentari”, precisando che il meccanismo “esiste in 14 Paesi, ma non specificamente per questo settore” e in questo caso “la questione del finanziamento può essere ben risolta dalla Banca europea d’investimenti”. Risorse extra rispetto a quelle già disponibili dal bilancio Ue infatti non ce ne sono, gli incassi delle multe delle quote latte appartengono al passato. Hogan ha quindi sollecitato i tanti Paesi che non l’hanno ancora fatto ad usare gli aiuti Ue già messi a disposizione l’anno scorso e a rimodellare i propri piani di sviluppo rurale in funzione anti-crisi.
Sul fronte del Ttip, l’accordo commerciale Ue-Usa, “il ritmo dei negoziati è stato molto deludente, abbiamo visto molti pochi progressi”. Questo il giudizio del commissario europeo alle Politiche agricole, Phil Hogan, nel corso di una audizione all’Europarlamento. Secondo Hogan “ogni settimana che passa le prospettive che i negoziati vengano chiusi entro la presidenza Obama si riducono”, ma comunque “non ci sarà un accordo che diminuirà gli standard alimentari Ue e con un focus solo sulle tariffe sarebbe un cattivo accordo”. “Per i settori sensibili non ci sarà una piena liberalizzazione del mercato e l’accordo deve proteggere i prodotti a denominazione d’origine” ha spiegato il commissario europeo alle Politiche agricole, ricordando che qualsiasi intesa è anche sottoposta al vaglio dei 28 Paesi e dell’Europarlamento. Sull’intesa con l’area Mercosur, “sono determinato a difendere interessi Ue cruciali per gli agricoltori e dobbiamo essere molto vigili” ha aggiunto Hogan. Quanto ad una riapertura delle relazioni commerciali con la Russia, “i nostri sforzi e i contatti per la normalizzazione continuano, ma succede molto poco” ha ribadito il commissario Ue alle Politiche agricole, facendo capire l’assenza di volontà in questo senso da parte di Mosca, ma facendo anche notare che “è difficile negoziare con il ministro dell’agricoltura russo, se è sulla lista nera delle persone che non hanno accesso nell’Ue”. Hogan si è detto infine “fiducioso” sull’esito della prossima sentenza relativa alle barriere sanitarie russe, in ambito Wto.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.