Agricoltura: Confagri, tutelare innovazione su nuove piante

albicocche 1
Cresce il fenomeno della contraffazione dei brevetti delle piante, dai fiori all’ortofrutta, ma anche dell’elusione del pagamento delle royalties. A lanciare l’allarme è la Confagricoltura in un convegno per affrontare il tema della proprietà intellettuale in campo vegetale, poco preso in considerazione da istituzioni e politica. ”Produrre innovazione – ha detto il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi – ha dei costi e si stima che siano necessari sino a 15 anni di ricerca e ingenti investimenti finanziari per ottenere una nuova varietà; il pagamento delle royalties costituisce il giusto riconoscimento finanziario, naturalmente trovando un equilibrio tra equa remunerazione dei costitutori e costi sopportati da chi utilizza le varietà tutelate”. A oggi sono quasi 24 mila le varietà vegetali alle quali l’Ufficio europeo per le varietà delle piante ha concesso protezione (10 anni fa erano 1.458) e ogni anno se ne aggiungono circa 2.500. Un quadro in cui l’Italia sembra meno attiva sul fronte della ricerca e dell’innovazione varietale rispetto agli altri Paesi. In Italia la riproduzione non autorizzata di varietà vegetali protette è un illecito penale e secondo Guidi occorre rafforzare l’azione di controllo e repressione delle frodi, ma anche promuovere l’educazione di utenti, agricoltori e consumatori, sui vantaggi dell’utilizzo di materiale genetico ufficiale e non contraffatto. E di nuove varietà il mercato ne ha bisogno perchè, come è stato ricordato nel convegno, servono a migliorare rese e reddito dei produttori, a sapersi adattare ai cambiamenti climatici, a ridurre perdite e sprechi, ma anche ad avere prodotti più calzando con la domanda.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.