Agricoltura: Copagri, costi e crollo dei consumi danneggiano i produttori

Aziende Agricole 4
‘La perdita di valore aggiunto in agricoltura del 4,4% è figlia degli aumenti dei costi per i produttori del 7,7% e del crollo dei consumi”. Lo sostiene la Copagri in relazione ai dati diffusi oggi dall’Istat sui conti economici nazionali. In particolare, precisa l’organizzazione, l’agricoltura paga aumenti dei costi produttivi e di gestione del 7%, del 5,5% sui beni e servizi intermedi e del 2,1% su quelli d’investimento, con energia, sementi, concimi e mangimi che si classificano le voci più ”pesanti”. A questo va aggiunta una pressione fiscale sulla quale s’impegna il poco credito al quale ancora si riesce accedere, un’opprimente burocrazia e ora l’aumento dell’Iva al 22% che avrà effetti ancora più deprimenti sui consumi da tempo in caduta libera. La riduzione delle imposte resta l’obiettivo prioritario per il Governo, conclude la Copagri, sia per le imprese affinché possano tornare ad investire sia per i lavoratori perché possano contribuire alla ripresa dei consumi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.