Agricoltura: Corte conti a Ue, controlli Stati inaffidabili

Comunita europea 2Botta e risposta tra la Corte dei conti dell’Ue che denuncia come “non affidabili” i controlli sulle spese agricole effettuate dagli Stati membri, e la Commissione Ue che annuncia nuovi giri di vite sui controlli finanziari nella gestione della politica agricola comune (Pac) e del suo bilancio di circa 40 miliardi di euro l’anno. Così la Corte dei conti europea in un rapporto pubblicato, a Lussemburgo, scrive che le statistiche che gli Stati membri inviano a Bruxelles “non sono affidabili a causa di errori di compilazione e sistemi di controlli amministrativi, ma anche perché parzialmente efficaci nella rilevazione di spese irregolari”. La Commissione europea si difende affermando che nella gestione dei fondi Ue, da tempo prende in considerazione “altri elementi rispetto alle informazioni trasmesse dagli Stati membri, compreso il parere dei revisori dei conti della Direzione agricoltura, del Tribunale e degli organi di controllo indipendenti. E userà questa nuova metodologia per tutte le spese agricole in futuro”. Non solo. La nuova riforma della Pac – aggiunge – “porterà ad una maggiore responsabilità dei revisori dei conti nazionali indipendenti (organismi di certificazione), che dovranno effettuare maggiori e approfonditi controlli sui dati presentati dalle Agenzie di pagamento. Avranno anche il compito di riesaminare, su un campione rappresentativo, i controlli primari effettuati dall’organismo pagatore dei fondi Ue. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.