Agricoltura: dal 2007 recuperati oltre 110 milioni di evasione Inps

La somma di 111.589.357,67 e’ quanto Agea, Agenzia per le erogazioni in agricoltura, in qualita’ di organismo pagatore, ha recuperato dal 2007 alla data di oggi come evasione di contributi previdenziali da parte delle aziende agricole (di cui 105 milioni gia’ accreditati all’Inps). Con la fine del 2010 la somma complessiva dovrebbe raggiungere e anche superare i 150 milioni di euro. Lo comunica l’Agea, nel sottolineare che e’ questa una delle attivita’ ”collaterali” da lei svolte per conto di altre amministrazioni pubbliche, le quali ricorrono all’agenzia presieduta dal prof. Dario Fruscio sia nella sua qualita’ di organismo pagatore, e quindi in grado di trattenere somme alla fonte, sia perche’ possiede una straordinaria ”banca dati” del territorio nazionale grazie al lavoro svolto da Sin Srl (societa’ controllata dalla stessa Agea al 51%) che, nell’ambito della propria funzione di gestione e sviluppo del Sian (Sistema informativo agricolo nazionale), realizza la mappa fotografica in digitale del territorio nazionale attraverso rilevazioni aree continuamente aggiornate. Si tratta di una mappa molto dettagliata – prosegue Agea – che consente di ricavare una serie di dati utilizzabili non solo ai fini del controllo sul mondo agricolo, ma che risultano appunto strategici anche per altre amministrazioni pubbliche, che grazie al servizio fornito da Agea possono procedere al recupero di introiti non versati da privati cittadini che non rispettano gli obblighi di legge. Il prossimo passo sara’ rappresentato dall’analisi della situazione nelle aree rurali e sub-rurali e per procedere in questo senso di recente si e’ svolto un incontro fra la responsabile dell’Agenzia del Territorio, Gabriella Alemanno, e il presidente di Agea, il quale si e’ detto ”disponibile a estendere la collaborazione”, ma ha pure fatto presente che ”finora la fornitura delle rilevazioni e’ avvenuta al semplice ‘prezzo vivo di costo’ e che in futuro sarebbe auspicabile che l’Agenzia potesse essere destinataria di una quota di compartecipazione agli introiti che le varie Amministrazioni pubbliche realizzano a favore dell’Erario grazie appunto all’intervento di Agea”. Questo in considerazione del fatto che negli ultimi anni Agea ha subito un drastico ridimensionamento del proprio bilancio di funzionamento, a fronte invece di compiti stabiliti per legge i cui costi risultano insopprimibili. Per poter realizzare un tale obiettivo e’ pero’ necessario procedere a un’integrazione di legge che in pratica consenta ad Agea di allinearsi (anche se con percentuali diverse e piu’ contenute) a quanto l’Unione Europea fa nei confronti degli Stati membri, ai quali riconosce il 20% delle somme recuperate per frodi e contributi non dovuti. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.