Agricoltura, giovani Cia: patto tra sponde Mediterraneo

La pace e lo sviluppo dei Paesi mediterranei passa anche per l’agricoltura. E sono proprio i giovani ad avere le carte in regola per interpretare al meglio la sfida della crescita e della competitività in un settore così strategico, soprattutto in questa delicata fase di crisi economica. Lo dicono gli imprenditori ‘junior’ della Cia-Confederazione italiana agricoltori, partecipando al seminario sulla sostenibilità dell’area mediterranea, allo “Young international forum” di Roma. “Nel nuovo scenario del Bacino mediterraneo, animato da una ‘Primavera araba’ che ha dato lezioni di democrazia e uguaglianza, è auspicabile – osserva l’Agia-Cia – un ‘patto’ tra i giovani agricoltori delle due sponde del Mare Nostrum, che sappia interpretare al meglio gli effetti della globalizzazione e dell’ampliamento dei mercati. Il settore primario, soprattutto se aprirà le porte a risorse giovani e fresche, può diventare un fattore di crescita fondamentale dotato di uno straordinario effetto moltiplicatore, in quanto è capace di ‘esportare’ crescita economica nei paesi poveri. “Agricoltori europei e nord-africani – afferma l’Agia-Cia – devono puntare insieme alla sicurezza alimentare di questa area geografica e non solo. In vista di questo obiettivo, che è una delle priorità delle politiche mondiali, la parola d’ordine è ‘aumento della produzione agricola’. Chiaramente nel rispetto della sostenibilità ambientale”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.