Agricoltura, Istat: nel 2011 calo valore aggiunto –0,5%

L’Istat conferma il calo del valore aggiunto dello 0,5% per l’agricoltura, la silvicoltura e la pesca, nell’aggiornamento delle stime relative al 2011. La produzione del settore, invece, è di fatto ferma a 46.582 milioni di euro (erano 46.576 nel 2010) secondo quanto emerge dalle tavole “L’andamento dell’agricoltura italiana nel 2011”. La stretta del valore aggiunto è il terzo risultato annuale negativo dopo il -0.3% del 2010 e il -2,5% del 2009, mentre il dato relativo alla produzione interrompe una serie di due anni con segno meno (-0,5% per il 2010, -1,8% nel 2009). Quanto alle singole branche, l’agricoltura è l’unica a vedere in leggero aumento sia il prodotto (+0,4%) che il valore aggiunto (+0,3%). La silvicoltura e la pesca hanno, al contrario, una netta contrazione in entrambi i campi (-9% prodotto e -9,5% valore aggiunto, per la prima; -5,2% e -9,6%, per la seconda).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.