Agricoltura: slitta scadenza pagamenti Ue da 30/6 a 15/10

agricoltura generica2
Più tempo agli Stati membri per versare agli agricoltori i ‘pagamenti diretti’ della politica agricola comune, senza applicare loro le sanzioni su eventuali ritardi, previsti dalle regole europee. Il commissario Ue all’agricoltura Phil Hogan ha infatti confermato oggi la sua intenzione di “estendere dal 30 giugno al 15 ottobre” il termine entro il quale i pagamenti diretti devono essere effettuati. Si tratta di “una misura eccezionale – ha spiegato – che riflette le difficoltà incontrate da alcuni organismi pagatori nel primo anno di versamenti della nuova Pac”. Riconoscendo poi la dipendenza di molti agricoltori dai contributi diretti Ue, Hogan ha sottolineato “che questa deroga non deve essere presa come scusa per rallentare la velocità con cui vengono effettuati i versamenti, e ha esortato gli organismi pagatori a dare priorità a tutti i pagamenti in sospeso al fine di massimizzare il livello di quelli effettuati entro il 30 giugno”. Si tratta di provvedimento – ha aggiunto il commissario Ue – che rappresenta “un livello senza precedenti di flessibilità da parte della Commissione europea, e potrebbe rappresentare – sulla base degli attuali importi di pagamento – un risparmio di svariati milioni per gli Stati membri e, o le Regioni che sono nell’impossibilità di rispettare la scadenza di giugno”. Hogan è “soddisfatto”, per avere accolto appieno le esigenze di chi era in difficoltà, assicurando il pieno rimborso del valore dei pagamenti. In base alla normativa europea in caso di non rispetto della scadenza, i tagli (applicabili alle autorità) sarebbero stati del 10% sui versamenti di luglio; del 25% ad agosto; del 45% su quelli effettuati a settembre. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.