Agricoltura: Veneto chiede sostegno a ministero dopo siccita’

La Giunta regionale del Veneto, su iniziativa dell’assessore all’agricoltura Franco Manzato, ha formalmente richiesto al Ministero delle politiche agricole di dichiarare l’esistenza del carattere di eccezionale avversita’ atmosferica per la siccita’ di quest’anno che ha pesantemente danneggiato molte colture, soprattutto mais, soia, barbabietola e foraggere. Il provvedimento e’ finalizzato ad attivare il Fondo di Solidarieta’ Nazionale a sostegno della ripresa delle aziende agricole danneggiate. “Le strutture regionali e gli Sportelli Unici di Avepa si sono attivate ancora a luglio per la verifica dell’esistenza dei presupposti di danno – ha sottolineato Manzato – rispetto alla quale c’e’ l’impegno del Ministero a valutare le proposte in deroga al Piano Assicurativo Nazionale 2012, la cui adozione e’ il presupposto per la presentazione e l’approvazione delle domande di aiuto. I danni complessivi diretti e indiretti possono essere stimati in oltre un miliardo di euro e giustificano un intervento straordinario dello Stato”. In particolare sono state considerate le zone territoriali dove risultano colture il cui danno medio e’ superiore al 30 per cento rispetto alla produzione lorda vendibile ordinaria, considerando anche la disponibilita’ di acqua ad uso irriguo. L’individuazione dei territori danneggiati potra’ inoltre consentire l’accesso a misure complementari importanti come i trattamenti di integrazione salariale, l’esenzione dell’imposta sui redditi dominicali e agrari e altre misure di intervento che eventualmente potranno essere approvate sulla base di normative regionali. Per questo problema Avepa ha gia’ a disposizione una procedura informatizzata per la presentazione delle richieste.
Nelle domande dovranno essere dichiarati il danno subito, che dovra’ essere appunto superiore al 30 per cento della PLV; la mancata sottoscrizione di polizze assicurative agevolate contro il rischio siccita’ (in caso contrario la coltura assicurata viene considerata a danno zero); la mancata o la insufficiente disponibilita’ irrigua; la conoscenza che la percentuale di danno aziendale viene determinata sulla base di rese, prezzi e percentuali medie di danno determinate da Avepa; la volonta’ di usufruire delle disposizioni di legge per le operazioni di credito agrario. Le richieste andranno presentate nei 45 giorni successivi alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della declaratoria ministeriale di eccezionale calamita’ o avversita’. “Per quanto riguarda il Veneto – ha ricordato Manzato – gia’ la stagione invernale era stata caratterizzata dalla scarsita’ di eventi piovosi e nevosi, che ha comportato una generale situazione di siccita’, sfociata nella dichiarazione dello stato di crisi idrica da parte del presidente della Regione”. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.