Agricoltura, viti venete reagiscono bene ad alternanza clima

Le viti venete stanno reagendo bene all’andamento climatico altalenante, caratterizzato dalle basse temperature di questi giorni e dalla proclamata siccità che dovrebbe interessare la regione fino a fine mese. E’ quanto emerso oggi, a Conegliano, nel corso di un convegno promosso da Veneto Agricoltura e dedicato alla situazione del comparto vitivinicolo. La fase vegetativa della vite in queste settimane, hanno spiegato gli esperti, risulta essere “continua, mostrando di poter sostenere sia la pianta che il grappolo. La germogliatura presenta, rispetto al 2011, tre giorni di ritardo e si presumono quali date di raccolta delle uve il 27 agosto per lo Chardonnay e il 12 settembre per il Merlot”. La produttività dovrebbe rimanere sui livelli dello scorso anno con l’eccezione della zona dei Colli Euganei e Valpolicella, per le quali si prevede un incremento di circa il 10%. “Quando parliamo dell’enologia veneta – ha rilevato l’assessore regionale veneto alle politiche agricole, Franco Manzato – facciamo riferimento al più prestigioso tra i settori agroalimentari della nostra Regione, che vale circa 1 miliardo e 350 milioni di euro solo in export e copre il 30% delle esportazioni nazionali in quantità e valore”. “Noi riteniamo ci siano tutti gli spazi per farne un comparto ancora più prestigioso in termini di immagine del made in veneto e made in italy, capace di implementare il valore aggiunto delle aziende del nostro territorio, e per questo – ha concluso – la creazione di un polo vitivinicolo veneto costituisce un passaggio essenziale e strategico”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.