Agrilevante, boom di visitatori e tante novità tecniche

agrilevante
Oltre 33 mila visitatori (il 32% in più rispetto alla precedente edizione), oltre duecento espositori, una superficie impegnata di 40 mila metri quadrati, le migliori tecnologie per l’agricoltura e l’agroindustria, la presenza di operatori economici, agricoltori e contoterzisti da ogni Paese del Mediterraneo, un fitto programma di eventi e convegni che hanno visto la partecipazione di ospiti autorevoli, mostre, esposizioni e persino un Concorso Novità Tecniche.
Sono questi i numeri di Agrilevante 2009, la biennale dedicata all’agricoltura ed alla meccanizzazione agricola che si è chiusa ieri alla Fiera del Levante.
“Questa edizione si è contraddistinta – spiega il Presidente della Fiera del Levante, Cosimo Lacirignola – per una presenza importante di visitatori esteri, per i numerosi e produttivi incontri b.-to-b. e per aver focalizzato l’attenzione su quelli che sono i punti di forza dell’agricoltura pugliese e le prospettive di crescita del settore, con particolare riguardo al comparto dell’agroenergia e delle fonti rinnovabili. In un momento congiunturale negativo, l’economia agricola pugliese si candida a divenire punto di riferimento per tutti i Paesi del bacino del Mediterraneo”.
“Ritengo che la scelta di affidare l’organizzazione di Agrilevante 2009 ad UNACOMA Service sia stata vincente – aggiunge Riccardo Rolli, segretario generale della Fiera- è un interlocutore di consolidata esperienza e di grande prestigio nazionale ed internazionale. La manifestazione, infatti, si è chiusa con risultati positivi nonostante i dati sul mercato della meccanizzazione non siano particolarmente esaltanti. Il calo delle esportazioni e la debolezza del mercato interno debbono spingere all’adozione di strumenti utili – credo fortemente nelle rassegne specializzate come Agrilevante – per rilanciare gli investimenti nella meccanizzazione ed uscire dallo stato di impasse in cui il settore agricolo versa”.
“Confidiamo in una ripresa del mercato – ha sottolineato Guglielmo Gandino, Amministratore Delegato di Uancoma Service – perché i fabbisogni di meccanizzazione sono in crescita in ogni area del mondo, e possiamo dire che Agrilevante ha centrato il suo obiettivo, attirando operatori da tutte le regioni del Mezzogiorno, dal Bacino Maditerraneo e da molti altri Paesi”.
I dati sull’affluenza parlano infatti di circa 1.000 visitatori stranieri, dei quali 600 registrati come operatori economici, giunti ad Agrilevante in parte di propria iniziativa in parte all’interno delle 12 delegazioni ufficiali organizzate in collaborazione con l’ICE. Guardando ai Paesi di provenienza, molto ben rappresentata è l’area del Medio Oriente e dell’Africa Settentrionale, ma visitatori sono giunti anche dal Belgio, dai Paesi Bassi, dalla Svizzera, dalle Filippine e persino dell’Australia.
Il settore con il maggior numero di espositori è stato quello delle macchine per la lavorazione del terreno, che vede 41 industrie presenti con l’intera gamma dei propri prodotti. Ma ben presidiato è stato anche il settore delle macchine per la raccolta, che vede 35 industrie presenti, seguito da quelli delle trattrici (21 aziende), del giardinaggio (21) e della componentistica (19).
Non sono mancati mezzi meccanici per i frutteti, i vigneti e gli uliveti, attrezzature per l’irrigazione e per la lavorazione dei terreni in aree siccitose, sistemi per la prima lavorazione dei prodotti tipici del mediterraneo, decisivi per il futuro dell’economia agricola dell’intero bacino.
Felice la scelta di dedicare ampio spazio alla regina dell’export pugliese, all’uva da tavola, con un Forum composito in cui si sono alternati convegni e tavole rotonde, il tutto arricchito da una mostra pomologica ed una esposizione di poster che hanno raccontato la fortissima spinta all’innovazione che il comparto testimonia.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.