Agriturist Toscana “bene la riforma che permette la ristorazione anche a chi non alloggia”

agriturismo Toscana
Soddisfazione tra i soci e i dirigenti di Agriturist, l’associazione che conta 450 agriturismi in tutta la Toscana, ”per il ‘parto’ doloroso – si legge in una nota – che e’ stata la proposta di riforma della legge 30 del 2003 che disciplina le attivita’ agrituristiche”. ”La riforma aggiorna e adegua la normativa ai tempi – prosegue il comunicato -, mantenendo fermo il primato dell’attivita’ agricola e ancorando in maniera vincolante l’attivita’ ristorativa dell’agriturismo ai prodotti tipici della regione. Si aprono le porte della ristorazione anche in Toscana, con le dovute limitazioni e clausole e anche con le sanzioni piu’ aspre per chi sgarra. Ultima regione, la Toscana, ad aprire alla ristorazione: infatti in tutte le altre regioni italiane, da quando esiste la legislazione sull’agriturismo, la somministrazione di pasti da parte degli agriturismi e’, giustamente, un servizio che puo’ essere offerto anche alle persone non alloggiate”. ”Un servizio sempre piu’ richiesto – spiega il presidente regionale di Agriturist Giuseppe Giordano – ad ospiti che apprezzano innanzitutto qualita’, genuinita’, e poi dignita’ e impegno proposti in campagna. Fino ad oggi – continua Giordano- e’ sempre stato grave motivo di penalizzazione spiegare agli ospiti la nostra legislazione diversa in materia di ristorazione nelle strutture agrituristiche”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.