Agrofarma: -2,4% l’uso di fitofarmaci nel 2010

Il calo del 2,4% dei fitofarmaci in agricoltura nel 2010 è frutto di costanti investimenti in ricerca e sviluppo dell’industria del settore. Lo afferma in una nota Agrofarma, Associazione nazionale imprese agrofarmaci che fa parte di Federchimica, ricordando i dati dell’Istat, dovuti all’introduzione di nuove tecnologie sempre più avanzate e rispettose dell’ambiente. Un trend che rispecchia l’andamento degli ultimi dieci anni con un calo del 32% nel consumo nazionale di agrofarmaci, passando da 141.200 tonnellate del 1990 alle 95.830 del 2010. Questo risultato, ricorda Agrofarma, é stato ottenuto non solo grazie all’impegno delle aziende del settore ma anche con gli agricoltori. I dati Istat evidenziano anche l’aumento della quantità dei principi attivi consentiti in agricoltura biologica e contenuti nei prodotti fitosanitari (+22,7% rispetto al 2009); l’utilizzo di alcuni tipi di fitofarmaco è infatti consentito dalla normativa che disciplina la coltivazione biologica. A tale proposito Agrofarma sottolinea che qualunque modalità di coltivazione, tradizionale o biologica, è meritevole di tutela e promozione e che tutte concorrono a valorizzare il ruolo che il made in Italy agroalimentare si è saputo conquistare nel mondo.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.