Agrofer, fonti rinnovabili e abitazioni ecocompatibili

«AGROFER è cresciuta anche per la partecipazione di aziende che si occupano delle tecnologie inerenti le Fonti di energie rinnovabili ed del risparmio energetico» ha sottolineato Paolo Lucchi, Sindaco di Cesena, inaugurando assieme ad Alessandri la quinta edizione del Salone delle Agroenergie, Risparmio Energetico, Bioedilizia”, organizzata da Cesena Fiera da venerdì 9 a domenica 11 aprile. Per il Sindaco AGROFER è il palcoscenico dove far conoscere al grande pubblico le problematiche energetiche, e divulgare e mettere in mostra le soluzioni e le tecnologie adatte inoltre è lo spazio dove mettere in comunicazione le imprese del settore fra loro. «A Cesena stiamo cercando di essere sempre più “risparmiosi” e stiamo studiando come utilizzare 50 tetti pubblici, fra cui quello di Cesena Fiera, per il fotovoltaico, consentendo un buon risparmio energetico» ha annunciato Lucchi. L’attenzione all’agricoltura si manifesta anche con una particolare spinta al reddito delle imprese agricole sul piano delle biomasse, delle agroenergie. Un argomento che è stato affrontato all’interno di un incontro sul teleriscaldamento, dove sono state esaminate esperienze toscane ed emiliano romagnole, oltre alla dimostrazione di quanto possa essere utile adottare caldaie e impiantistica congrue al risparmio. La stessa mobilità può essere uno dei temi del risparmio. Non solo avendo auto elettriche che non costino tanto di più, ma anche acquistando da coltivazioni a chilometro zero (ovvero in aziende agricole vicino a casa) anche da parte delle pubbliche amministrazioni, come ha ribadito Eugenio Battistini di Federimpresa.Ad AGROFER è emersa l’importanza dell’azione sulla casa. Partendo dalla considerazione che alle “case colabrodo” (definizione quantomai azzeccata di Battistini per le abitazioni che disperdono energia) è dovuto oltre il 40% delle emissioni di gas di serra, occorre intervenire sia sull’esistente sia sulle nuove sìcostruzioni che vengano realizzate secondo i nuovi canoni di Bioedilizia.
Da Bolzano si è portato un esempio: su una casa di 100 metri quadri, si possono risparmiare oltre i tre quarti di energia. Una banalità. Lo sciacquone spreca 7 litri di acqua “lavorata” con energia elettrica, basterebbe iniziare a riutilizzare l’acqia piovana. E’ uno degli esempi portati da Angelo Alessandri, Presidente della Commissione Ambiente territorio del Parlamento, concludendo uno dei convegno di venerdì. Bene ha fatto il Governo, secondo Alessandri, a dare un segnale culturale incentivando l’acquisizione di case ecocompatibili alle giovani coppie o alla campagna per il cambio di caldaie e serramenti. Perché dopo la stagione della ricostruzione post bellica, dove l’ambiente fu trascurato, con l’aumento del benessere, si era creato una maggior sensibilità per la salute e per le generazioni future. Purtroppo la crisi ha ristretto questa sensibilità, che invece va ripresa ed accresciuta. «Chi produce –ha sostenuto con forza Alessandri- deve essere il primo a salvaguardare l’ambiente. E questo vale soprattutto per l’agricoltura e il territorio, dove abbiamo rotto il patto dei nostri nonni trascurando fossi e rive dei fiumi, pendici collinari e boschi con conseguenti alluvioni e smottamenti, ma anche con la zona dal Piemonte all’Emilia che risulta essere la più inquinata. Infine si deve investire più nei centri storici per recuperare l’ambiente urbano e la nostra dentità. Ben venga, ha concluso Alessandri una rassegna come AGROFER per cui ringrazio il Presidente Scarpellini che ha organizzato un importante appuntamento che fornisce degli stimoli al cittadino e alle istituzioni e consente di essere consapevoli delle possibilità di uso delle FER e, soprattutto di attuare il risparmio energetico, che è il primo modo per far “rendere le energie” che produciamo».
AGROFER alla sua quinta edizione ha iniziato ad ospitare delegazioni estere e a confrontarsi con esperienze d’oltreconfine: Di rilievo la presenza delle aree espositive dell’Albania e della Moldava con due delegazioni di questi Paesi che parteciperanno con personalità di spicco dei ministeri e delle attività produttive. Se si considera che sabato mattina in un Convegno sul Solare termico verrà esaminata l’esperienza della Provincia moldava di Foresti, oltre a quella del distretto bioenergetico di Mureck (Austria) e un altro incontro si avvarrà dell’apporto del presidente dell’AssociazioneSvizzera Bioecologica, si può affermare che AGROFER sta acquisendo un ruolo internazionale.
Ad AGROFER si possono vedere alcune mostre che “partono” dai rifiuti. Le sculture del gruppo dei Mutoid con parti meccaniche e altro per figure anche di grandi dimensioni. I Consorzi Comieco e Bestack dimostrano che carta e cartone possono “ritornare in vita” ed essere utili diventando borse, sedie ed altri oggetti del vivere comune. Carta e ad altri materiali (piatti, cartoline, carte da gioco, ecc.) compongono i vestiti in stile 800 di Mirella Canonici, esposti da Econaturale, che ha portato anche alcune vecchie bici. Interessante, per capire come si può edificarla, è l’esposizione di alcune parti di casa econaturale.
AGROFER si rivolge anche ai più giovani: domenica 11 Aprile, nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, si potrà “Giocare con il Riciclo”. I bambini (dai 4 agli 11 anni, in visita coi genitori) saranno coinvolti in un laboratorio didattico di animazione e creativo per progettare e realizzare, con materiale di recupero, mezzi di trasporto, edifici e spazi (in particolare scuole e giardini) funzionanti esclusivamente ad energie rinnovabili.
Programma Convegni di sabato 10 aprile
Cesena Fiera ha predisposto un calendario di convegni che è diventato di notevole interesse anche per l’apporto di varie aziende o gruppi che hanno voluto cogliere l’occasione per organizzare incontri e workshop.
Sabato 10 aprile si inizia alle ore 10 in Sala Europa con “Valorizzazione energetica di olio vegetale usato e residui agricoli”, alle 10:30 in Sala Verde “Energie rinnovabili, risparmio energetico, recupero edilizio, educazione, informazione e pianificazione” e in Sala Agricoltura “Solare termico e caldaia di nuova generazione”. Alle ore 14:30 la Sala Europa ospita l’incontro “Risparmio energetico e fonti rinnovabili in ambito rurale: Climatizzazione degli edifici in geotermia”, alle 16 in Sala Verde c’è “Le opportunità ed i vantaggi del fotovoltaico – (confronti fra le varie retribuzioni di impianti già realizzati e funzionanti)” e in Sala Agricoltura (ore 15) “La microcogenerazione nuova energia”, nello nello spazio “Forum Energia.tv” (Padiglione B) alle ore 17 si terrà il talk show sulle Agroenergie, “Coltiviamo l’energia?”, a cura di Agrilinea, condotto da Sauro Angelini,.
AGROFER
per info: www.cesenafiera.com

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.