Agropirateria: Cia, ogni anno danni per 60 mld e i formaggi sono tra i più contraffatti


Una rapina da 60 miliardi di euro l’anno, di cui un terzo realizzato solamente con la contraffazione dei formaggi italiani di qualità. A fare i conti in tasca agli agropirati internazionali è la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando positivamente i sequestri da parte delle autorità tedesche di finto Asiago e finto Parmigiano Reggiano alla fiera ‘Anuga di Colonia. Il fenomeno dei tarocchi provoca ingenti danni a tutta la filiera agroalimentare, basti pensare che solo l’agricoltura ‘paga’ oltre 3 miliardi di euro l’anno. I due prodotti sequestrati a Colonia, ricorda la Cia, provenivano dagli Usa, il cui giro d’affari legato alle imitazioni dei formaggi italiani raggiunge i 4 miliardi di euro l’anno. “Ci troviamo di fronte ad un immenso supermarket del ‘bidone alimentare’ – commenta la Cia – dove a pagare è solo il nostro Paese, come immagine e non solo perchè il settore vale 9 miliardi di euro l’anno, di cui 2 realizzati proprio sui mercati esteri”. Secondo la Cia, per mettere un freno al fenomeno dell’agropirateria globalizzata servono misure reali ed efficaci, a partire da interventi finanziari a livello nazionale e comunitario, per l’assistenza legale a chi promuove cause (in particolare ai consorzi di tutela) contro chi falsifica prodotti alimentari.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.