Aiuto Ue a produttori pollame Italia per influenza aviaria

pollo 3
La Commissione europea ha deciso di partecipare alle spese sostenute dall’Italia per le misure eccezionali introdotte a sostegno del mercato delle uova e delle carni di pollame in seguito alla scoperta di un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità, H5N8. Il focolaio era stato rilevato nel dicembre 2014 in un’azienda di tacchini da ingrasso situata nel comune di Porto Viro in provincia di Rovigo (Veneto) e le misure veterinarie e sanitarie sono state applicate fino al febbraio 2015 sia a livello nazionale che dell’Unione. Bruxelles partecipa al finanziamento delle spese nella misura del 50%. Tuttavia, fa sapere Bruxelles, ”ai fini di una sana gestione finanziaria, solo i pagamenti che l’Italia versa ai beneficiari entro il 30 settembre 2016 sono ammissibili del finanziamento Ue”. Inoltre, il contributo europeo è destinato ai quei prodotti che non hanno ricevuto per le perdite subite compensazioni da aiuti di Stato, né da assicurazioni, né da altri finanziamenti europei. L’Italia – scrive Bruxelles – ”ha adottato immediatamente e con efficienza” tutte le misure veterinarie e di polizia sanitaria necessarie, riuscendo a sventare rapidamente la minaccia.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.