Al Parlamento Europeo risoluzione su i “diritti delle api”

Una giornata storica per le api, protagoniste assolute al Parlamento Europeo di Bruxelles: sara’ infatti votata oggi un’importante Risoluzione per il futuro di api e apicoltura in Europa. Il Parlamento da adesso in poi riconosce ufficialmente che “l’apicoltura fornisce un servizio pubblico di valore ambientale e di valore strategico per la societa’, e’ un modello di produzione sostenibile nel contesto rurale, pregevole esempio di occupazione verde per la conservazione della biodiversita’ e dell’equilibrio ecologico.
La produzione agricola necessita del servizio d’impollinazione.
Le drammatiche difficolta’ e perdite che il settore vive in tutto il mondo sono causate da una sinergia di fattori: le malattie delle api, l’indebolimento del loro sistema immunitario, il cambio climatico, le modificazioni d’uso del suolo e l’aumento delle monocolture che determinano mancanza di risorse mellifere per le api, nonche’ l’uso di prodotti fitosanitari e tecniche agricole non sostenibili. Con il rischio che Apis mellifera divenga una specie in via di estinzione”.
Da questa analisi scaturiscono una serie di indicazioni operative per la Commissione Europea, che viene invitata ad armonizzare i controlli alle frontiere, per contrastare adulterazioni e distorsioni di mercato; a trovare efficaci cure veterinarie per il contrasto di varroa e malattie delle api; ad adeguare alla specificita’ di api e apicoltura la politica veterinaria e definire orientamenti comuni europei, in necessaria cooperazione con le organizzazioni degli apicoltori; a sviluppare pratiche agricole sostenibili per la sopravvivenza degli impollinatori, ed evitare quindi la pratica della monocoltura; ad attivare ricerca indipendente e tempestiva sugli effetti dei prodotti fitosanitari, per esempio su concia dei semi e colture geneticamente modificate; a mantenere l’attuale sostegno all’apicoltura anche dopo il 2013; a considerare gli effetti d’esposizione, diretti e indiretti, dei prodotti fitosanitari sull’insieme dell’alveare, in particolare attraverso nettare, polline e acqua; a coordinare i programmi nazionali per i requisiti di etichettatura per l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, nonche’ i programmi di monitoraggio sull’esposizione delle api ai prodotti fitosanitari. Soddisfatti gli apicoltori italiani. “Desideriamo ringraziare – afferma Francesco Panella, presidente dell’Unaapi (Unione Nazionale Apicoltori Italiani) – Paolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, l’onorevole lussemburghese Astrid Lulling, relatrice della Risoluzione e tutti gli europarlamentari italiani, dei vari raggruppamenti, che hanno sostenuto la Risoluzione”.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.