Al porto di Ancona la protesta contro i falsi alimentari


Decine di trattori della Coldiretti stanno occupando da questa mattina il porto di Ancona, mentre in acqua una task force di agricoltori in gommone controlla l’eventuale presenza di navi estere cariche di generi alimentari. I manifestanti indossano maschere bianche, per denunciare il furto d’identita’ commesso ogni giorno ai loro danni da parte di chi utilizza prodotti stranieri spacciandoli per italiani. Il porto dorico e’ uno dei principali scali italiani in cui ogni giorno vengono scaricate tonnellate di grano, semi di girasole, olio e altri prodotti importati dall’estero e trasformati in falso made in Italy, con il risultato di far crollare i prezzi nelle campagne. Come nel caso del grano, passato nel giro di due anni da 0,50 euro al chilo a 0,13 euro, mentre i prezzi al consumo continuano a salire. Sui trattori e sulle mietitrebbie della Coldiretti campeggia la scritta ‘Vendesi’; altri cartelli invocano l’introduzione dell’obbligo di indicare in etichetta l’origine degli alimenti. Bandiere dell’associazione e palloncini gialli punteggiano tutto lo scalo.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.