Al Praesidium Copa-Cogeca confronto sulla riforma dela Pac

Il ministro danese dell’agricoltura – nonché presidente del Consiglio agricolo UE – Mette Gjerskov, ha rimarcato l’importanza, per gli agricoltori europei, di essere in condizione di competere sul mercato ricordando anche come un’accresciuta burocrazia sia il pericolo maggiore. Lo ha fatto in occasione di un importante dibattito tenutosi ieri presso il Copa-Cogeca durante il quale ha incontrato i presidenti delle organizzazioni dei 27 Stati membri.
Il ministro ha colto l’opportunità per presentare anche i propri punti di vista sul futuro della politica agricola comune così come altre priorità della presidenza danese, tra cui spicca la volontà di progredire nel dibattito sulle proposte che la Commissione ha presentato nei mesi scorsi. Il ministro è favorevole a un’ulteriore semplificazione della PAC, così come lo sono il Copa-Cogeca e molti altri ministri dell’agricoltura. Pur guardando con favore al concetto del “greening” (inverdimento), come proposto dalla Commissione, il ministro ha comunque tenuto a precisare la necessità di non rendere troppo burocratica la sua applicazione e l’auspicio che il greening possa fornire un valore aggiunto. Tale posizione è stata condivisa anche da altri ministri dell’agricoltura. Il ministro danese nutre pure alcuni dubbi circa la proposta della Commissione di stabilire un tetto ai pagamenti diretti riconosciuti ai grandi agricoltori individuali, proposta che porterebbe a un aggravio nella burocrazia. Il ministro concorda sulla necessità di una efficace politica di promozione da parte dell’UE. Da ultimo, intende anche discutere tutti i punti principali della futura PAC entro giugno per poi presentate una relazione che terrà conto dei progressi realizzati e che dovrà servire alla prosssima presidenza di turno per giungere a un accordo l’anno prossimo. Da parte loro, Paolo Bruni presidente Cogeca e Lorenzo Ramos vice presidente Copa hanno citato il tema dell’accresciuta volatilità dei mercati per chiedere garanzie forti e misure adatte alla gestione dei mercati stessi. Le organizzazioni di produttori – quali sono le cooperative – giocano un ruolo importante nell’aiutare gli agricoltori a fronteggiare al meglio l’estrema volatilità dei mercati agricoli. Bruni e Ramos hanno salutato con favore la proposta della Commissione di estendere la gamma di prodotti al fine del ricoscimento delle OP, ma, allo stesso tempo, hanno chiesto una definizione più precisa dei criteri di riconoscimento e degli obiettivi delle OP; oltre a ciò, Bruni e Ramos hanno anche attirato l’attenzione sulla necessità di poter fare affidamento sulla “certezza giuridica” in relazione alle regole comunitarie in materia di concorrenza in modo da permettere il consolidamento delle OP. Per finire, il presidente Cogeca ha richiamato il tema della catena alimentare dichiarando che è necessario eliminare le pratiche commerciali sleali e abusive.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.