Al via a New York Vino 2011. Italia ancora leader negli States

Con la buona notizia che l’Italia si conferma ancora una volta leader del mercato del vino importato negli Stati Uniti, si e’ aperta a New York la ‘quattro giorni’ Vino 2011, un evento sempre piu’ seguito dagli esperti e dagli aficionados americani del settore. La rassegna, giunta alla terza edizione, e’ organizzata dall’Ice in collaborazione con le principali regioni produttrici italiane (con in prima fila quest’anno Lombardia, Veneto, Friuli, Toscana e Puglia) e prevede tra l’altro una quindicina di seminari dedicati ad aspetti particolari della produzione italiana, oltre a degustazioni di tutti i tipi. Vi partecipano circa 3mile esperti, tra giornalisti, importatori sommelier e ristoratori. Visto il successo, Vino 2011 ha anche riproposto su piu’ ampia scala l’iniziativa ‘Virtual Vino’ sui Social Network, da Facebook a Twitter, che era stata sperimentata l’anno scorso. Chi non puo’ assistere ai seminari (che hanno registrato immediatamente il pienone), puo’ seguire l’evento sul web, e anche intervenire direttamente con link e messaggini da 140 caratteri. Tra il gennaio ed il novembre 2010, le importazioni di vini italiani hanno rappresentato negli Usa il 38% del totale in quantita’ e il 30,3% in valore. Anche gli spumanti italiani continuano a mantenere una posizione di leadership, dovuta anche al successo dei cocktail alla Bellini, con importazioni pari a 117 milioni di dollari nei primi 11 mesi dell’anno scorso. Secondo Umberto Vattani, presidente dell’Ice, il Made in Italy continua ad esercitare il suo fascino negli Stati Uniti anche in un settore in espansione come quello vinicolo, grazie anche all’ampia offerte dell’Italia. L’ambasciatore italiano e’ rimasto in particolare colpito dall’attenzione che gli Usa dedicano anche a vini meno conosciuti, quello che lui ha definito ”l’amore degli americani per le ‘niches’, come i vini liguri, della Sicilia della Puglia o dell’Umbria”, oltre all’entusiasmo manifestato dai principali esperti. Un esempio tra tutti: Thomas Matthews, uno dei responsabili di Wine Spectator, la ‘bibbia’ americana del settore, colpito ” dalla varieta’ che offre l’Italia e dalla passione dei produttori”, ha raccontato Vattani. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.