Al via la stagione dell’Asparago Bianco di Bassano Dop

La saggezza contadina fissa la raccolta dell’Asparago Bianco di Bassano Dop tra il 19 marzo, giorno di S. Giuseppe, ed il 13 giugno, giorno di S.Antonio, al quale tra l’altro – secondo leggenda – si lega strettamente la diffusione stessa dell’ortaggio nel territorio bassanese. In tal periodo, l’intera produzione del germoglio viene condotta a mano, al mattino presto o al tramonto, nel rispetto di antiche regole atte a preservare la qualità e l’autenticità del prodotto.
Sul rispetto di queste pratiche agronomiche veglia dal 2007 – anno del riconoscimento della Denominzione di Origine Protetta (Dop) da parte dell’Unione Europea – il Consorzio di Tutela appositamente costituitosi; un ente che riunisce oggi una sessantina di aziende garantendo una produzione complessiva di circa 500 quintali di asparagi l’anno: tutti rigorosamente confezionati in mazzi legati da una stroppa di salice e contrassegnati da un’etichetta che, oltre al marchio Dop, riporta chiaramente la provenienza del prodotto.
Fattori umani e naturali concorrono nel rendere eccezionale questa varietà d’asparago riconoscibile per il tipico colore avorio, la forma dritta, una lunghezza compresa tra 18-22 cm, un diametro centrale minimo di 11 mm e la punta ben serrata. Caratteristiche esteriori a cui corrispondono l’emblematico gusto dolce-amaro e la consistenza tenera, non legnosa, che ne fanno un protagonista indiscusso delle tavole primaverili. Ottimo e conosciuto in tutto il mondo nella tradizionale versione ‘alla bassanese’ con uova sode e pinzimonio, l’Asparago bianco di Bassano Dop si offre ad intenditori e buongustai quale ingrediente ideale per impreziosire risotti, paste, secondi piatti e persino dolci.
Con la professionalità e la passione che li contraddistingue, asparagicoltori e ristoratori del bassanese hanno rinnovato anche per il 2010 l’intesa che permetterà ai ristoranti del comprensorio – ai quali si aggiungono per la prima volta quasi un centinaio di ristoranti del vicentino – di disporre ogni giorno dell’Asparago Bianco fresco a marchio Dop tra marzo e giugno, per la trentesima edizione di ‘Asparagi e Vespaiolo’. La rassegna enogastronomica, appuntamento imperdibile per gustare la perla bassanese Dop in connubio con altri prodotti tipici (come il vino Vespaiolo Doc di Breganze, l’olio extra-vergine di Pove, l’Asiago Dop), si segnala quest’anno per il forte abbinamento con la mostra ‘Jacopo Bassano ‘500’ con cui il Comune di Bassano celebra il cinquecentenario dalla nascita dell’illustre pittore Jacopo Da Ponte.
Altra iniziativa di spessore la rassegna enogastronomica “Tempo de ovi e sparasi”, che si svolgerà nei territori tra Bassano e Marostica e che promuove questo tipico piatto bassanese. I ristoranti aderenti proporranno per l’intera stagione proprie interpretazioni sul tema, l’abbinamento ad altre specialità locali e ai prodotti alimentari artigiani. Per conoscere da vicino l’asparago bassanese verrà inoltre promosso un percorso di degustazione sensoriale del prodotto, mediante una serata di gala appositamente dedicata, a cura degli stessi ristoratori.
Oltre che per il connubio enogastronomia-cultura, le iniziative 2010 saranno all’insegna del coinvolgimento dei giovani nella valorizzazione del prodotto tipico. Alcune borse di studio premieranno i giovani della provincia per la realizzazione di tesine e progetti volti a mettere in relazione questi due eccellenti bassanesi. Mentre, in occasione della storico appuntamento con la mostra-mercato nel centro di Bassano (18 aprile), i giovanissimi cuochi degli istituti alberghieri di Vicenza e Castelfranco saranno chiamati a plasmare piatti e ricette offrendo una personale interpretazione del saporito ortaggio.
Per informare i consumatori su storia e peculiarità di questo straordinario prodotto, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio ridistribuirà l’opuscolo ‘L’Asparago Bianco di Bassano Dop’, rendendo inoltre disponibile l’interessante monografia-ricettario sul gioiello bassanese (appartenente alla collana ‘Le gustosità vicentine’) nei numerosi locali e ristoranti che aderiscono alla rassegna.
Con l’intento di diffondere maggiormente presso la stampa e l’alta cucina nazionale l’Asparago Bianco di Bassano Dop e le altre prelibatezze del territorio berico, Vicenza Qualità sta lavorando per riproporre, nel mese di maggio a Milano, lo speciale evento enogastronomico che già l’anno scorso aveva coinvolto Carlo Cracco – altro rinomato vicentino da esportazione – e gli affermati chef Pietro D’Agostino e Marco Stabile in una gustosissima interpretazione dell’asparago bianco bassanese Dop e di altre tipicità di stagione.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.