Alcol: Cia, non è il vino la causa dello sballo giovanile


Lo ‘sballo’ con gli alcolici tra i giovani non e’ causato dal vino, ma da altre bevande, come i superalcolici. Quindi, il vino non va criminalizzato, bisogna invece far crescere, soprattutto tra i giovani, la logica di una degustazione consapevole e moderata. E’ quanto sottolinea la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito al rapporto ”L’uso e l’abuso di alcol in Italia” presentato oggi dall’ Istat. Per la Cia, quindi, ”e’ molto meglio educare e prevenire che reprimere. Il rischio e’ che campagne criminalizzanti e ordinanze di divieto, come si e’ registrato negli ultimi tempi, possano penalizzare pesantemente prodotti come il vino, che fa parte della nostra cultura, delle nostre tradizioni e della nostra storia”. ”Oltretutto, e’ dimostrato anche dai dati – conclude la Cia – che non e’ assolutamente il vino la causa dei troppi incidenti stradali, ma bevande, come i cocktail, i superalcolici e gli ”alcolpops”, particolari bibite fatte spesso con vodka, rum, mescolati ad analcolici che favoriscono consumi all’eccesso”. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.